Volterra, licenziamenti alla Salina. Buselli: “Inaccettabile”

VOLTERRA – “Sono inaccettabili i licenziamenti, soprattutto questi, che avvengono dopo le cinque assunzioni, di qualche settimana fa. Facendo così il rischio è quello di vanificare gli sforzi fatti in questi mesi”. A sottolinearlo Gianni Baruffa, assessore alle attività produttive del Comune di Volterra in relazione alla situazione della Salina.

“Credo che la Regione Toscana interverrà nel merito e nel metodo – aggiunge Baruffa – è una situazione surreale quella venuta a crearsi all’interno della Locatelli. Sono mesi che seguiamo la situazione, abbiamo fatto incontri in sede e in Regione, abbiamo visto e chiesto piani industriali. Abbiamo chiesto che venisse cambiato il codice ateco, abbiamo richiesto e poco dopo ottenuto grazie alla Regione uno sconto di circa il 10% sull’energia elettrica, per il territorio, quindi anche per la Salina. Venire a sapere che sono state licenziate due persone, nonostante avessimo avuto rassicurazioni sul fatto che non sarebbe stato toccato il personale, ha dell’incredibile. Faremo il possibile per recuperare questa situazione e far capire che quando si avvia un dialogo con le istituzioni questo poi va mantenuto”.

“Ho avvertito la Regione rispetto a quanto – aggiunge Buselli – Credo che i due licenziamenti avranno delle ripercussioni serie nei rapporti con il territorio. Mi auguro che l’azienda decida di tornare sui suoi passi. Se la Salina è aperta è perché la Regione, da noi avvisata, sta aiutando l’azienda. Perciò è doppiamente inammissibile che sia stata disattesa la precondizione per aiutare la Salina, ossia il mantenimento dei livelli occupazionali. Domani saremo al presidio organizzato dai sindacati in forma unitaria. Ho invitato i sindaci e avvertito i capigruppo consiliari”.

By