Torna La videostanza che utilizza le molteplici possibilità dei linguaggi artistici

PISA – Nella conferenza stampa a Palazzo Gambacorti viene presentato il programma dell’incontro che si terrà sabato 19 marzo al Bastione Sangallo, ore 9/13.

Protagonista sarà La Videostanza, un progetto della Delegazione di Pisa dell’AIART – Associazione Spettatori- Onlus, che utilizza in maniera interattiva le molteplici possibilità dei linguaggi artistici, mediati e organizzati dagli strumenti audiovisivi e multimediali, per sostenere la “relazione difficile” e contribuire “insieme ai protagonisti” ai loro percorsi di riabilitazione. Un intervento interdisciplinare di supporto a strutture educative e socio-sanitarie, associazioni, famiglie, singoli individui, per scopi di prevenzione, ri-educativi e terapeutici.
L’iniziativa ha il patrocinio di: Comune di Pisa, Società della Salute, Acli Sezione di Pisa, Sezione Arte di S. Francesco, Casa della Città Leopolda e del Cesvot. – Centro Servizi Volontariato Toscana ed è maturata negli scorsi anni presso la Fondazione Stella Maris – Iccrs di Calambrone, dove, come ci dice il Presidente, Avv. Giuliano Maffei, “quest’anno si andrà verso una definizione più sistematica. Sarà infatti creato all’interno dell’Istituto, un luogo permanente ove svolgere il lavoro di ricerca dei medici (psicologi, pediatri, neuropsichiatri) della Fondazione e dei “creativi” della comunicazione (artisti di teatro e video, storyteller) per la rieducazione, la riabilitazione, il superamento del disagio in atto dei pazienti”.

La “Videostanza” sarà replicata anche a beneficio degli ospiti delle Associazioni L’Alba – Auto Aiuto e NeuroCare – onlus, partners “storici“ del progetto (disagi psichiatrici e disabilità psicofisiche in adolescenti, adulti, anziani). Preziosa la partecipazione della Fondazione Pisa, che ha messo a disposizione già nel 2008 ed ora per il 2016, l’indispensabile supporto finanziario per l’acquisto e il rinnovo delle attrezzature tecniche. Il Presidente Dr. Claudio Pugelli, si è dichiarato “molto soddisfatto per gli sviluppi positivi del progetto, che dota il territorio pisano di una invidiabile struttura tecnica e professionale in campo riabilitativo”. Apprezzamenti positivi anche da parte degli assessori Andrea Ferrante, Maria Luisa Chiofalo, Sandra Capuzzi, per questa “buona pratica pisana”, innovativa in campo sociale, educativo e culturale, con un plauso particolare alla “rete” dei soggetti partecipanti. Nel corso dell’incontro è stato anche presentato il percorso educativo personalizzato “Perattivare l’anziano pisano – PAPI”, anch’esso sostenuto dal contributo della Fondazione Pisa. l’iniziativa è organizzata da NeuroCare – onlus, in stretto collegamento con La Videostanza ed è diretto a favorire il mantenimento del benessere e dell’autonomia psico-fisica della persona nella terza e nella quarta età, per riattivarne le potenzialità e a svilupparne abitudini più salutari.

By