Si è concluso alla Camera del Lavoro di Pisa il IV Congresso del Silp Cgil di Pisa

PISA – Si è concluso presso la Camera del Lavoro di Pisa, alla presenza del Segretario Nazionale del Silp per la Cgil Pierluciano Mennonna, il IV Congresso del Silp per la Cgil di Pisa.

“I lavori del congresso, alla presenza di autorità cittadine civili, militari e politiche, sono stati aperti da una relazione del Segretario Generale Provinciale uscente di Pisa Claudio Meoli, segretario confermato per il secondo mandato – nella quale sono stati discussi aspetti che attengono alla sicurezza della nostra provincia.

Sono state così affrontate le varie questioni politico-sindacali sulle quali nel corso del mandato è intervenuta la segreteria pisana del Silp per la Cgil, a partire dai rapporti con l’attuale Questore di Pisa che sfugge dal confrontarsi con il Silp Cgil, all’interrogazione Parlamentare promossa dal Senatore Matteoli nei confronti del Silp Cgil a causa della non gradita presenza della loro bandiera esposta nella segreteria sindacale della Caserma Mameli di Via San Francesco e quindi visibile all’esterno.

Si è discusso anche

• del pretestuoso trasferimento a Volterra di un archivista della Questura di Pisa dopo che questi, ammalatosi causa l’insalubrità dell’Archivio, denunciata dal sindacato, era stato trasferito in quella sede.

• della decisione del Dicembre 2013 con la quale il TAR Toscana ha condannato il Ministero dell’Interno ed il Questore di Pisa a pagare a favore di una poliziotta migliaia di euro in quanto, benché avente diritto, a differenza di altri trasferiti dal medesimo Questore, le aveva negato l’assegnazione nella sede più vicina al familiare malato da assistere.

• della mancanza di risposte da parte del Prefetto e del Questore rispetto alla richiesta con la quale il sindacato, ben 4 mesi fa, aveva rappresentato che impiegati prefettizi ed operatori della Polizia di Stato erano preoccupati dal fatto che oltre il 10% di chi lavora nella Prefettura di Pisa era stato colpito da varie forme tumorali. Il Sindacato aveva chiesto di effettuare apposite rilevazioni sulle eventuali emissioni elettromagnetiche causate dalla rilevante presenza sia di antenne, poste sul tetto della Prefettura di Pisa, che di apparecchiature per le telecomunicazioni, ma mai nessuna risposta è stata fornita.

Il dibattito si è arricchito della presenza della Fondazione Caponetto a contrasto delle mafie nella persona del Consigliere Renato Scalia, ex Ispettore Capo della DIA di Firenze, il quale ha fatto emergere che il territorio pisano non è al di fuori di questo fenomeno criminale e che il nostro territorio è diventato appetibile per alcuni mafie. Si è parlato anche di alcune aree oggetto di sversamenti di sostanze tossiche, già nel 1997 il collaboratore di giustizia Carmine Schiavone consegnò alla Commissione Antimafia delle dichiarazioni rese in merito ai rifiuti in Toscana riguardanti, tra l’altro, anche Santa Croce sull’Arno.

Il relatore del Congresso ha posto l’accento anche sul fatto che durante questa settimana, in occasione dell’inaugurazione dell’Ikea verranno inspiegabilmente impiegati circa 230 operatori delle forze di polizia quali Polizia Forestale, la Polizia Provinciale, la Guardia di Finanza oltre a Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Municipale. Una quantità abnorme che non si è vista neanche in occasione dei recenti servizi connessi alla recente piena del Fiume Arno.
Si è discusso di sprechi e razionalizzazione nell’impiego delle forze di polizia sia nei servizi di ordine pubblico allo stadio che sul territorio pisano e quindi della chiusura nei turni serali e notturni dei Commissariati di Polizia di Volterra e Pontedera, nonché delle Caserme dei Carabinieri.

I lavori del Congresso si sono conclusi condividendo la necessità di unificare le forze di polizia quale panacea ad alcune delle criticità di cui sopra. Viste le tematiche affrontate il prossimo mandato vedrà un impegno del riconfermato segretario provinciale e della sua segreteria sicuramente assai intenso.

20140304-153853.jpg

By