Sesta Porta, l’Ingv si tira indietro. Paolo Fontanelli: “Un grosso danno per lo sviluppo di Pisa”

PISA – Il deputato pisano Paolo Fontanelli tra l’inizio delle discussioni e votazioni alla Camera sugli emendamenti alla legge elettorale e problemi di gestione ordinaria, ha affrontato alcune questioni pisane.

“Ho parlato con il ministro dei beni culturali Franceschini della nuova frana che ha interessato le mura di Volterra – scrive il Questore sul suo blog -. Mi ha detto che aveva avuto contatti con il Sindaco e con il Presidente della Regione e sta seguendo la cosa, peraltro in un momento davvero sfortunato. Negli ultimi giorni, infatti, si sono manifestati ulteriori fenomeni di sgretolamento delle mura a Pompei. Tuttavia mi ha assicurato che appena avrà una proposta concreta di intervento, concordata con il Presidente Rossi perché occorre un cofinanziamento, organizzerà una visita a Volterra”.

Paolo Fontanelli

L’altro problema è invece relativo alla questione Sesta Porta-Ingv con la presentazione di una interpellanza urgente al Ministro dell’Università e della ricerca Giannini sulla questione dell’impegno dell’Ingv nella Sesta Porta. “La decisione dell’istituto di tirarsi indietro dall’investimento concordato, e definito in sede contrattuale, produce un danno enorme a Sviluppo Pisa, e può riversarsi negativamente sulla comunità pisana. Ma allo stesso tempo può generare un contenzioso che ricadrà sui conti dello Stato e che non può essere sottovalutato soltanto perché si rimanda agli esiti di sentenze che avverranno tra qualche anno”.

Fonte: Pd di Pisa

You may also like

By