Serie BKT. Venezia – Pisa 1-1. Pari sofferto ma meritato per i nerazzurri al Penzo

VENEZIA – Finisce in parità (1-1) fra Venezia e Pisa nella gara valida per la sesta giornata del campionato di serie BKT. È un botta e risposta fra il 32′ ed il 39′. Vantaggio di Lisi con un bel diagonale e pari dei veneti con lo sfortunato autogol dell’ex Pinato. 

di Antonio Tognoli

GUARDA LE FOTO 

PRE MATCH. Qualche novità rispetto alle formazioni della vigilia ci sono. Nel Pisa oltre agli indisponibili Moscardelli e Liotti non ci sono gli acciaccati Asencio e Ingrosso. Mister D’Angelo manda in campo il Pisa con un 3-5-2 lasciando inizialmente a riposo un po’ a sorpresa Robert Gucher. Davanti a Gori ci sono Aya, Benedetti e Varnier con De Vitis (nell’occasione capitano) riportato in un centrocampo i cui esterni sono Lisi e Pinato ex di turno. In attacco la coppia formata da Masucci e dal bomber Michele Marconi, sette gol fino a qui. Il Venezia ritrova Aramu e conta sull’entusiasmo del successo contro l’Entella nel turno infrasettimanale. Rispetto alle formazioni della vigilia Fiordaliso parte dalla panchina. In attacco confermato il duo formato da Capello e Bocalon.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in campo con la maglia gialla da trasferta, Venezia con la classica casacca arancioneroverde. Sono come previsto oltre 600 i tifosi nerazzurri al Penzo che hanno fatto il loro ingresso all’interno dell’impianto lagunare attorno alle ore 14.40. Parte fortissimo il Pisa guadagnando quattro corner nel giro di altrettanti minuti. Lezzerini fra l’altro doveva intervenire (2′) su un colpo di testa di Masucci mentre Aya terminava a terra in area con il direttore di gara che assegnava solo il corner. La squadra di mister D’Angelo si faceva vedere con un bel destro dal limite rasoterra di De Vitis che usciva davvero di pochissimo. La risposta del Venezia era affidata ad un insidioso colpo di testa di Zuculini su traversone da sinistra di Capello e ad una conclusione dello stesso Capello deviata da Varnier in calcio d’angolo. Dopo uno scoppiettante avvio di match le emozioni rallentano ma la gara rimane vivace. Pinato servito da Verna prova a beffare la sua ex squadra ma il suo destro termina sul fondo. La posizione non era facile per il tiro forse Pinato avrebbe dovuto mettere in mezzo laddove era pronto Masucci. Il Pisa si riaffaccia nell’area del Venezia intorno alla mezz’ora quando Benedetti di testa manda alto sopra la traversa, una punizione ben calciata da Lisi. Il Pisa passa però al minuto 32. Birindelli sventaglia su Lisi a sinistra che si accentra e lascia partite un destro che si insacca nell’angolino: 1-0. Nerazzurri in vantaggio. Il Venezia risponde subito e su un traversone da sinistra di Felicioli Aramu di testa impegna Gori che si salva in angolo. Sugli sviluppi del corner colpo di testa di Modolo respinge Gori palla che però carambola su Pinato ed entra sfortunatamente in porta: 1-1 e tutto da rifare con il match che cambia completamente storia. Nella squadra di mister Dionisi esce per infortunio Casale ed entra Fiordaliso. Prima della fine del primo tempo (due minuti di recupero) il Venezia ha due grandi chance prima con Aramu e poi con il colpo di testa di Caligara che scheggia la traversa e termina sul fondo. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa inizia senza ulteriori cambi ma in maniera molto nervosa. Molti i falli da una parte e dall’altra nei primi minuti del secondo tempo. Varnier salva una situazione difficile in area nerazzurra. Al 7′ della ripresa dopo un contatto con un difensore lagunare Masucci rimane a terra per qualche minuto poi torna in campo. I nerazzurri ci provano in due circostanze all’alba del quarto d’ora prima con Marconi che su lancio di Pinato calcia alto sopra la traversa e poi con lo stesso Pinato che dai venti metri prova il sinistro di poco sopra la trasversale di Lezzerini. Mister Dionisi prova a vincerla inserendo Di Mariano per Caligara. D’Angelo risponde inserendo Di Quinzio per Pinato al 20′. La gara si mantiene equilibrata ma al 25′ il Pisa rimane in dieci per il doppio giallo a Benedetti forse un po’ esagerato. Comunque fatto sta che nerazzurri sono in inferiorità numerica. Aramu al minuto 71 fa la barba alla traversa con uno splendido calcio di punizione dai 25 metri che aveva aggirato la barriera. Brivido per il Pisa che dopo il rosso a Benedetti si posiziona con la difesa a quattro. Intanto entra Belli in luogo di Birindelli per il Pisa e Vacca Jr per Zuculini nella squadra di casa. Il Pisa prova a prendere di infilata il Venezia con un bel fraseggio che mette Masucci nelle condizioni di andare al cross per Marconi che però viene anticipato dall’uscita di Lezzerini. Il Venezia si fa pericoloso al minuto 80 con un colpo di testa di Cremonesi che termina di un soffio a lato. Mister D’Angelo effettua l’ultimo cambio inserendo Meroni al posto di un esausto Masucci. Al minuto 87 Di Quinzio fa ripartire Belli che si fa tutta la fascia e serve Marconi che al volo però non prende bene la palla che termina debolmente fra le braccia di Lezzerini.  Sono cinque alla fine i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Il Venezia ci prova fino all’ultimo. Vacca di testa però spedisce sul fondo al minuto 92′. L’ultimo assalto della partita a Gori però è una colpo di testa di Modolo che il portierone nerazzurro devia in angolo. Finisce 1-1. Un punto a testa fra Venezia e Pisa.

VENEZIA – PISA 1-1

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Felicioli, Modolo, Cremonesi, Casale (40′ Fiordaliso) ; Fiordilino, Caligara (61′ Di Mariano), Zuculini (73′ Vacca Jr); Aramu, Bocalon, Capello. Bertinato, Daffre, Senesi, Montalto, Gavioli, Zigoni, Lollo, Ceccaroni, Lakicevic. All. Alessio Dionisi

PISA SC (3-5-2): Gori; Aya, Varnier, Benedetti; Birindelli (73′ Belli)Verna, De Vitis, Pinato (64′ Di Quinzio) Lisi; Marconi, Masucci (81′ Meroni). A disp. D’Egidio, Perilli, Siega, Izzillo, Minesso, Marin, Gucher, Fabbro, Fischer. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Antonio Di Martino della sezione di Teramo (Ass. Alessandro Cipressa di Lecce e Pasquale Cangiano di Napoli). Quarto Uomo sarà Luca Zufferli di Udine.

RETI: 32′ Lisi (P), 39′ aut. Pinato (V)

NOTE: giornata di sole, terreno in ottime condizioni. Ammoniti Benedetti, Pinato, Masucci, Casale, Fiordilino, Cremonesi, Felicioli. Espulso Benedetti al 70′ per doppia ammonizione. Spettatori 3.887 per un incasso di 29.943,90. Angoli 8-4. Rec pt 2′, st 5′.

By