Se ne va Piero Studiati Berni per molti anni presidente dell’Alfea. Il cordoglio di Fontanelli e Filippeschi

PISA –  E’ venuto a mancare all’età di 78 anni dopo una lunga malattia il dottor Piero Studiati Berni. E’ stato un personaggio di spicco nella vita cittadina.

Dal 1983 al 2006 Piero Studiati Berni fu presidente della società ippica Alfea. Fu anche presidente di Federippodromi, l’organismo che raccoglie i maggiori ippodromi italiani. Durante la sua presidenza l’Alfea festeggiò nel 1990 i cento anni del “Premio Pisa” e nel 2004 i 150 anni della nascita dell’ippodromo. Studiati Berni lascia figli Cesarino e Viola. I funerali avranno luogo questa mattina alle 11 nella Chiesa di Molina di Quosa.

piero studiati berni

IL RICORDO DI PAOLO FONTANELLI. “La notizia della scomparsa di Piero Studiati Berni mi rattrista molto. Ricordo ancora le tante iniziative portate avanti insieme quando ero sindaco e lui presidente dell’Alfea e punto di riferimento dell’ippica pisana e italiana, nonché dell’imprenditoria agricola. Ancora prima avevo trattato con lui i problemi dell’ippica a San Rossore, quando la tenuta passò dalla presidenza della Repubblica alla Regione Toscana. Importanti furono i risultati raggiunti grazie alle sue larghe vedute che contemplavano l’ippica come attività di rilievo integrante del motore economico pisano. Pisa perde una figura che ha fatto tanto per il nostro territorio”.

IL RICORDO DEL SINDACO DI PISA MARCO FILIPPESCHI“. Con Piero Studiati Berni perdiamo un protagonista indiscusso della vita cittadina. Uomo di molteplici interessi, appassionato d’arte, giornalista, succedette al padre nella conduzione dell’azienda di famiglia. Una famiglia con profonde radici. Il suo contributo appassionato e le sue competenze sono stati apprezzati in molti ambiti della vita economica e sociale di Pisa e gli incarichi che ha ricoperto testimoniano il suo legame generoso con la sua comunità. Il suo nome come presidente della società Alfea è indissolubilmente legato all’eccellenza dell’ippica pisana, di attività che sono nella storia e nel futuro della città, che Studiati Berni, leader di un gruppo d’imprenditori illuminati, ha sempre concepito con rigore e creatività come trainanti e caratterizzanti. Per i sindaci è stato davvero un amico, col suo carattere inconfondibile, diretto, che niente concedeva alle vaghezze o alle indecisioni, e con una grande volontà costruttiva, con schietto spirito di collaborazione. La città lo ricorda con grande affetto e io con rimpianto e streta vicinanza ai familiari e ai suoi amici.”

By