Sant’Ermete, la Regione finanzierà i progetti già cantierabili Zambito: “A marzo il bando per il primo dei nuovi palazzi previsti”

PISA – Si è svolta oggi a Firenze una riunione indetta dalla Regione Toscana sulla questione del finanziamento dei lavori per le nuove case popolari.

Pisa è interessata per i progetti di Sant’Ermete (10 milioni di euro da dividere in più fasi) e via Pietrasantina (4 milioni di euro). «Dato che non è più possibile per i soggetti gestori accendere il mutuo Bei, l’assessore Ceccarelli ha detto che risolverà la questione finanziando direttamente, anno per anno, i progetti già cantierabili – spiega l’assessore all’urbanistica del Comune di Pisa Ylenia Zambito, presente all’incontro – questo per Pisa significa andare avanti con il progetto Sant’Ermete.

A marzo è prevista l’uscita del bando per assegnare la realizzazione del primo dei nuovi palazzi da 39 appartamenti. E sarà possibile rendere cantierabile anche il secondo fabbricato previsto dalla fase 2 quando la Regione farà la variazione di bilancio».

Il progetto di Sant’Ermete prevede la demolizione dei vecchi edifici del 1947 (216 appartamenti) e la costruzione di 256 moderni alloggi popolari in palazzine di classe energetica A, con materiali isolanti sia dal punto di vista termico che acustico. Il tutto senza consumo di territorio e con aree a verde e nuovi spazi aggregativi. Completata la prima fase: sono stati realizzati e consegnati 48 nuovi appartamenti in via Bandi (edifici volano) e le demolizioni dei primi vecchi edifici lasciati vuoti. Ora la seconda fase: la realizzazione dei 2 nuovi palazzi da 39 appartamenti al posto dei 4 che sono stati demoliti, Apes è al lavoro: a marzo uscirà il bando di gara per il primo palazzo e seguirà il bando per il secondo. Poi la fase 3, che prevede altri 2 palazzi speculari e il completamento della piazza del quartiere. Mancherà poi l’ultima fase: gli ultimi appartamenti e il parco del quartiere.

By