San “Providentel”, il portierino che ha conquistato l’Arena

PISA – Ieri non ha parato solo un rigore, penalty che ha evitato probabilmente al Pisa un’ennesima rimonta-beffa di tante troppe viste quest’anno. Nel corso del secondo tempo Ivan Provedel ha compiuto un altro mezzo miracolo su una botta ravvicinata di Lanini. Ai miracoli ci ha abituato, intervallati talvolta da qualche defaiance perdonabile visti i 20 anni compiuti appena lo scorso 17 marzo.

Udinese di nascita e forse presto anche di proprietà’, Ivan Provedel è passato tra le fila della primavera della sua città natale per poi spostarsi più a ovest nell’altra isola felice del calcio italiano, il Chievo Verona, che fino al30 giugno lo ha affidato alla società di Carlo Battini con la speranza di farlo crescere e fargli fare esperienza. Mai scelta fu più azzeccata e si può tranquillamente dire che le aspettative sembrano dimostrarsi molto rosee per il ragazzo. Dal suo esordio nella vittoriosa trasferta di Perugia del 13 ottobre, il giovane ha spodestato il maestro Pugliesi, classe 1976, che verosimilmente era già stato allertato per il ruolo di “chioccia” a favore del più acerbo collega.

Come detto in alcune partite il biondo estremo difensore ha palesato insicurezze, le volte pure fatali come a Frosinone e a Benevento, ma d’altra parte si e’ confermato con costanza una vera forza, dotato di grande reattivita’ e soprattutto capacita’ di rimanere fermo in piedi ad aspettare le mosse dei suoi avversari prima di commettere mosse avventate. Anche ieri in occasione del rigore e’ stato bravissimo a ipnotizzare fino all’ultimo una vecchia volpe come Andrea Pisanu e indurlo all’errore che l’ha incorniciato ancora di più come “San Providentel”.

Pisa-Salernitana-fagio-16
Ivan Provedel in azione in Pisa-Salernitana (foto ripresa da www.pisachannel.tv)

Non ci sono grossi dubbi sul fatto che l’anno prossimo sara’ veramente molto difficile riuscire a trattenere questo gioiello. Da tempo risuonano sirene provenienti oltreche’ da casa Chievo, pure da Udine dove lo rivogliono e qualcuno spiffera inoltre un monitoraggio targato Vecchia Signora. In realta’ alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia lo stesso Ivan dichiaro’ che l’anno prossimo vorrebbe giocare in serie B con il Pisa. Traguardo che non è ancora del tutto irraggiungibile.

By