Sabato alla Città del Teatro sbarca l’opera con la Cavalleria Rusticana

CASCINA – Grande serata d’opera alla Città del Teatro e della Cultura di Cascina con Cavalleria Rusticana, in programma sabato 18 marzo, alle ore 21:00.

Su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci e con musiche di Pietro Mascagni, questa produzione è realizzata da Modigliani Produzioni e Community News, in collaborazione con Acam di Cascina,

Cavalleria Rusticana, opera lirica in un atto di Pietro Mascagni, fu la prima opera composta dal musicista ed è certamente la più nota della sua produzione. Il libretto è tratto dalla celebre novella di Giovanni Verga uscita nella prima raccolta Vita dei Campi che inaugura il ciclo dei vinti. Il suo successo fu enorme già dalla prima volta in cui venne rappresentata al Teatro Costanzi di Roma, il 17 maggio 1890 e tale è rimasto fino a oggi. Il panorama musicale mondiale fu sconvolto da questa folgorante novità che segnò l’inizio di un trionfo che fece di Mascagni un simbolo internazionale. E’ a tutt’oggi considerata il manifesto del verismo italiano; è solitamente abbinata ad altre produzioni liriche, consuetudine da cui ha avuto origine lo storico binomio con Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. L’intermezzo sinfonico dell’opera, collocato tra la ottava e la nona scena, è uno dei pezzi più popolari della produzione lirica mondiale, grazie anche al suo utilizzo in ambito cinematografico in film come Il Padrino di Coppola e Toro scatenato di Scorsese.

L’Orchestra Amedeo Modigliani e la Corale Pisana saranno diretti da Mario Menicagli che proprio a Cascina ha diretto la non dimenticata produzione di Andrea Chenier con Antonello Palombi. Direttore che vanta collaborazioni con il Teatro Goldoni di Livorno, l’Orchestra Cherubini, l’Orchestra Toscanini, ha diretto oltre venti titoli operistici ed è considerato uno dei più prolifici e attenti interpreti del repertorio mascagnano. Oltre a Cavalleria Rusticana, di cui ha diretto oltre venti produzioni, sono nel suo repertorio gran parte delle opere di Pietro Mascagni, cosa che gli è valsa la menzione nel volume “Mascagni” edito da Sillabe editore, in cui viene citato assieme ai più importanti protagonisti del mondo musicale internazionale.

“Si tratta di un nuovo allestimento di Cavalleria rusticana realizzato grazie alla collaborazione con Acam ( Associazione Cascinese amici della Musica)”, spiega il direttore d’orchestra, il livornese Mario Menicagli, che ha dedicato molta della sua attività al repertorio mascagnano.

Le scenografie sono curate da ACAM, associazione cascinese organizzatrice di numerosi titoli al Politeama, che tenta, con questa operazione, di riportare la tradizione operistica nella città.

La regia sarà affidata a Maria Cristina Osti, ferrarese e collaboratrice del Teatro Comunale di Ferrara con cui dirige periodicamente produzioni nella stagione principale. Ha diretto recentemente Madama Butterfly in una nuova applauditissima produzione a Mantova e in provincia di Copparo e, sempre a Ferrara, sarà regista nel mese di maggio del Flauto magico di W.A. Mozart.

By