Rino Gattuso: “Con il Vicenza partita importantissima. La stanno caricando bene. Io difensivista? Non è vero, gioco con tre punte”

PISA – Alla vigilia dell’importantissima sfida contro il Vicenza di domani parla mister Rino Gattuso.

di Giovanni Manenti 

“Abbiamo avuto un po’ di problemi in settimana e siamo in emergenza. Sappiamo che la gara di Vicenza è importante, loro la stanno preparando e Bisoli è bravo a montare l’ambiente”.

Il tecnico parla della situazione infortunati: “Landre è sempre a Genova, Lisuzzo è aggregato alla squadra, Tabanelli s è allenato e si è messo a disposizione, cosa di cui lo ringrazio. Varela si sta già allenando con noi, aspetto l’ok del medico, ma penso che dalla settimana prossima possa essere a disposizione”.

E ammette che è un Crocevia importante per la stagione del Pisa: “È una partita importante, sono abili nelle ripartenze, dovremo stare molto attenti, giocano con gli esterni invertiti e poi hanno De Luca in grado di fare la differenza, così come Giacomelli e Orlando”.

Due parole anche per quello che riguarda le penalizzazioni: “Per quanto riguarda le penalizzazioni, sarei contento quando non ci potranno essere più meno in classifica, ciò vorrebbe dire che in Italia il calcio è diventato più serio e credibile. Non è corretto che le penalizzazioni vengano applicate a ridosso della fase finale del Campionato. Il problema del nostro calcio sono i mancati controlli degli organi preposti sui bilanci, basterebbe pretendere il deposito di fideiussioni bancarie a copertura degli adempimenti stagionali e chi non è in grado di farvi fronte non può partecipare”.

Il tecnico calabrese nega di essere un difensivista: “Non è vero che sono un catenacciaro, è vero che abbiamo subito pochi goal, ma ci proviamo sempre, schiero tre attaccanti ogni volta. Non ho capito il senso dei commenti da Ferrara dopo Spal-Pisa, secondo me hanno visto un’altra partita”.

By