Rino Gattuso: “Con l’Entella una gara importante. Stiamo programmando il futuro. Qualcuno non si ricorda dove eravamo due mesi fa”

PISA – Alla vigilia della sfida contro l’Entella mister Rino Gattuso parla davanti a microfoni e taccuini.

di Giovanni Manenti

“Giocare in casa ci può facilitare, ma le partite sono tutte difficili. Della campagna acquisti sono contento, siete voi ed i tifosi a non essere contenti e questo non mi piace. Forse qualcuno non conosce il termine programmazione, io non sono in grado di cambiare la mentalità della piazza. Ieri sono stati pagati anche gli stipendi di dicembre, qualcuno non si ricorda dove eravamo due mesi fa. Non abbiamo fatto operazioni così per fare”.

“Tabanelli ha lavorato bene, invece purtroppo Lisuzzo ha avuto una piccola ricaduta”.

“L’Entella è un’ottima squadra, con un attacco fortissimo che presidia bene la zona centrale, con Tremolada che attacca sempre la profondità. Mi preoccupa la loro forza nel reparto centrale, Troiano è un lusso, Tremolada fa “cantare” la palla e Caputo è uno spettacolo per come si muove in attacco”.

“L’impatto dei nuovi è stato buono, ma bisogna ancora aspettare un pochino per ottenere dei risultati, questo vale per noi, ma anche per gli altri. La Rosa e migliorata anche agli allenament, c’è più competitività e si vede perché ognuno deve guadagnarsi il posto. Per noi quella di domani è una partita importante, dovremo essere bravi a non concedere loro la profondità”.

“Non so quale sarà la presa di posizione dei tifosi, ma penso che non ci dovrebbero essere assenze in curva nord. Posso però dirvi che mercoledì il Presidente andrà a parlare con la Dirigente della Questura di Firenze per chiarire la loro posizione giuridica ed avere un quadro più delineato della questione. Corrado ha molto a cuore la questione e non lascerà nulla di intentato per aiutarli”.

By