Il presidente Giuseppe Corrado presenta la sua squadra e annuncia un nuovo socio

PISAGiuseppe Corrado questa mattina ha presentato presso l’Hotel San Ranieri il nuovo organigramma del Pisa 1909, spiegando anche le scelte fatte per l’assegnazione dei vari ruoli all’interno della società nerazzurra.

di Giovanni Manenti

Il patron Nerazzurro durante la conferenza ha annunciato un nuovo socio, Cecilio Paletti, toscano di origine. “Si è voluto interessare di persona acquistando una quota del cinque per cento del capitale sociale del Pisa 1909”, ha detto Corrado.

“Quando le società cambiano proprietà – esordisce Corrado – in un periodo particolare come nel caso del nostro ingresso, giocoforza dovevamo preoccuparci di sistemare situazioni affinché la società potesse avere un futuro, e fare la campagna di rafforzamento. Abbiamo quindi invertito i tempi di struttura societaria che non è del tutto nuova, facendo tesoro del lavoro di chi ha dato tanto per il Pisa anche dietro le quinte. Riteniamo di aver messo in atto un anno struttura ed un organigramma anche superiore alla categoria ma che ci auguriamo possa essere di buon auspicio per maggiori successi futuri. Io credo che vi erano grandi risorse e potenzialità che non vogliamo perdere, a cui abbiamo aggiunto ed inserito figure nuove che prima non esistevano in un connubio tra vecchi e nuovi. Nell’organigramma manca ancora la Direzione Commerciale che sinora detengo io ad interim anche per la definizione degli accordi di sponsor che erano in corso di trattativa e poi ho potuto definire. In futuro potremo trovare qualcuno che operi sotto le mie ditettive. Abbiamo una struttura che fa parte della storia, con Bruno Sabatini che rappresenta la memoria storica del Pisa, altra figura storica è quella di Luca Giannini, già conosciuto come giocatore ed Allenatore, che è stata la mia prima scelta quale responsabile del Settore Giovanile, del quale una società non può prescindere se vuole crescere. Considerata l’esperienza di Giannini, anche a livello di Nazionale under 21, ritengo che scelta migliore non vi potesse essere, e già abbiamo seminato cose importanti per partire bene la prossima stagione. Stiamo lavorando per irrobustire la rosa in vista del Torneo di Viareggio dove vorremmo fare buona figura, così come sono contento della convocazione di Birindelli per l’under 18”.

“Riccardo Silvestri non ha bisogno di presentazioni – continua Corrado – mentre in Piero Baffa ho trovato una valida collaborazione, di cui mi ha parlato bene anche il Mister, confermandogli il ruolo di Segretario Generale”.

Corrado presenta i nuovi: “Come responsabile risorse umane, ho scelto Antonio Cifaldi che ha lavorato con me negli ultimi 7/8 anni dopo aver avuto responsabilità di oltre 20 anni in Mediaset. Avendo gestito star dello spettacolo, l’ho ritenuto all’altezza di gestire anche i calciatori ed appena glielo ho proposto ha accettato volentieri. Per il Direttore amministrativo abbiamo fatto una selezione, la scelta è stata individuata in Giuseppe Vannucchi che per lavorare con noi ha rinunciato all’impiego in cantieristica con trascorsi anche nel Viareggio Calcio. Per il responsabile dell’area tecnica, devo dire che molti degli acquisti sono avvenuti grazie a Raffaele Ferrara, che con l’esperienza alla Reggiana ci ha consentito l’acquisto di Angiulli e favorito l’ingaggio di Zammarini e sta già lavorando per la prossima stagione, con diversi giovani già selezionati e visionati, di cui per ovvii motivi non posso fare nomi”.

“Per il Cda, i consiglieri si legano con l’operatività – prosegue Corrado – Abbiamo la Dr.ssa Raffaella Viscardi in rappresentanza del socio di maggioranza, esperta di finanza che sarà il consigliere dell’Area Finanza e quindi sarà il riferimento di Giuseppe Vannucchi, mentre a mio figlio ho dato il compito di consigliere dell’area sportiva, che opererà in accordo con la Dr.ssa Viscardi ed i cui referenti saranno Ferrara e Giannini. La Vice presidenza spetta a Vittorio Calissi, non è operativo ma è molto vicino alla squadra”.

“Sul versante stadio non ci sono novità. Noi abbiamo una nostra progettualità che riteniamo vada a vantaggio anche del quartiere da un punto di vista urbanistico e della viabilità. Riteniamo dai primi di aprile potrebbero esserci le condizioni per aprire un fronte per i lavori di ristrutturazione che dovrebbero poi durare circa 18 mesi. C’è un rapporto collaborativo e costruttivo con l’Amministrazione comunale, per cui mi sento di manifestare un cauto ottimismo”.

By