Pontedera, attivato un percorso diagnostico terapeutico per il carcinoma

PONTEDERA – Iniziativa utile e lodevole quella in corso all’ospedale di Pontedera: l’attivazione di un percorso diagnostico terapeutico ed una rete di servizi per le donne operate al seno che fanno uso di terapia ormonale.

Durante un recente convegno, organizzato dalla reumatologia dell’ospedale Lotti in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Pisana, è emerso che oltre al percorso già stabilito, si aggiungerà uno destinato agli uomini con carcinoma prostatico e problematiche osteoporotiche legate alla terapia del blocco ormonale, al pari di quanto esiste già da alcuni anni, per il tumore della mammella. “Si consideri che all’ospedale Lotti – afferma Riccardo Cecchetti, responsabile della reumatologia – nell’ultimo triennio sono state effettate molte prestazioni  rivolte alle pazienti con carcinoma  della mammella  in terapia adiuvante con blocco ormonale”. “Nel 2014, le prestazioni sono state 224;  234 nel 2015  e  254 nel 2016. Le pazienti che afferiscono al nostro centro – continua Cecchetti –  vengono periodicamente sottoposte a visita reumatologica e ad accertamenti osteometabolici bioumorali, nonché all’esecuzione dell’esame della  densitometria ossea computerizzata (DEXA),  seguendo un percorso di cura ben standardizzato e codificato. Gli accessi riservati alle pazienti con carcinoma  della mammella sono 8 alla settimana”. “Entro breve – conclude il responsabile della reumatologia pontederese – sarà avviato anche  il percorso diagnostico per il tumore della prostata con accessi riservati a tali pazienti”.

By