Pisa, Quattro studenti onorano la città

PISA – Orgoglio per la città di Pisa: alcuni studenti portano alto il nome della città, classificandosi fra i 20 migliori d’Europa in una gara di simulazione processuale. Sono il pisano Vieri Biondi, da Livio Del Carlo di Viareggio, da Martina Guarracino di Padova, e da Benedetta Ridarelli, di Gubbio, tutti compresi tra 22 e 25 anni. 
Si tratta di quattro studenti di Giurisprudenza dell’Università di Pisa che parteciperanno alla finale della ‘European Human Rights Moot Court Competition‘, ossia la gara di simulazione processuale organizzata dall’European Law Students Association (ELSA), in collaborazione con il Consiglio d’Europa, e aperta alle università dei 47 paesi che compongono lo stesso Consiglio.

La competizione si terrà dal 12 al 17 febbraio alla fase finale di Strasburgo.

La gara ha visto una prima fase della gara ha riguardato la redazione di due memorie, una per ciascuna delle parti, della lunghezza di venti pagine in inglese, su un caso creato ad hoc per la competizione. Quest’anno il tema scelto ha riguardato il terrorismo, con particolari implicazioni relative all’adozione di leggi speciali in caso di emergenza nazionale e in rapporto alle leggi che tutelano l’integrità fisica e la privacy di ogni individuo.

Nelle memorie le squadre hanno rappresentato e argomentato le ragioni del ricorrente e quelle dello Stato convenuto, rispettivamente identificati come Applicant e Respondent. In base ai risultati sono stati selezionati i migliori 20 team che ora si confronteranno a Strasburgo, discutendo in inglese sullo stesso caso davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. In quest’ambito, gli studenti dovranno calarsi nella parte degli avvocati delle due parti e cercare di convincere il collegio giudicante delle proprie ragioni, in modo da ottenere il miglior punteggio possibile. Per i vincitori è previsto un tirocinio alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

 

 

 
By