Pisa – Gubbio: le nostre pagelle. Arma e Goldaniga i migliori

PISA – Andiamo a vedere quali sono state le valutazioni giocatore per giocatore della gara tra Pisa e Gubbio. Arma e Goldaniga i migliori. Nel Gubbio deludono Radi e Boisfer.

PISA

PROVEDEL 6 Ha giocato febbricitante, ma non è praticamente mai stato chiamato ad intervenire

PELLEGRINI 6.5 Gioca di buona lena, mettendo anche in difficoltà il Gubbio quando si propone in avanti

GOLDANIGA 7 Un muro insormontabile. Tutti i palloni di testa sono suoi. Questa volta non va in gol e non lo sfiora ma offre una prestazione difensiva superba

ROZZIO 6.5 Preferirò a Kosnic dimostra di essere in Buina forma nonostante la settimana di influenza

SABATO 6.5 Offre una buona prestazione sulla sinistra, copre bene il suo più giovane e diretto dirimpettaio e si prende il merito di entrare nell’azione che porta Cia ad un passo dal gol. In crescita. Si fa male (KOSNIC 6 Disputa un buon finale di gara senza sbavature)

PARFAIT 6.5 Primo tempo così così, secondo tempo da leone del centrocampo. E’ su tutti i palloni chiude tutto, commette qualche fallo e in due tre circostanze fa ripartire anche il Pisa in azione di rimessa

MINGAZZINI 6 Il sei per l’impegno, la voglia e la determinazione di giocare anche in non perfette condizioni. Alla mezz’ora getta la spugna (SAMPIETRO 6 Buttato nella mischia a sorpresa si fa trovare pronto e disputa una buona gara)

CIA 6.5 Di partita in partita cresce e come a Pagani anche con il Gubbio sfiora il gol costringendo Pisseri ad un grande intervento

MANNINI 6.5 Non si vede molto ma si sente soprattutto per i suoi consigli da allenatore in campo. Non la sua migliore prova da quando è arrivato ma Daniele quando è in campo si fa sempre sentire. Allenatore in campo

ARMA 7 E’ il rigorista e goleador del Pisa. Da altri tre punti pesanti al Pisa e conquista la testa della classifica del girone B dei capocannonieri. Cosa chiedere di più?

NAPOLI 6 Corre molto anche a vuoto, questa volta la zampata non gli riesce ma è sempre utile al modulo e al gioco di questo Pisa (FORTE s.v. Ha pochi minuti a disposizione per poter dimostrare qualcosa)

COZZA 7 In barba a tutti i detrattori centra il suo terzo successo di fila e consolida il quarto posto in classifica. Il tecnico calabrese mette bene in campo quello che non è ancora il “suo” Pisa. Avanti con la prossima

GUBBIO

PISSERI 6.5 Incolpevole sul calcio di rigore, nega più volte al Pisa il raddoppio

BARTOLUCCI 6 E’ uno degli ex della partita è molto propositivo. Si fa vedere spesso in avanti

GIALLOMBARDO 5.5 Un po’ in difficoltà su Mannini in qualche circostanza, ma nel complesso non sfigura

ADDAE 5 Impreciso e svogliato. Non offre una delle sue migliori prestazioni. Si fa ammonire in occasione del rigore

RADI 4.5 Nervoso e per nulla in partita. Si fa espellere per un fallo da ultimo uomo su Napoli

FERRARI 6.5 Il migliore della difesa del Gubbio, non aiutato a dovere dal suo compagno di reparto, sventa più di una minaccia davanti a Pisseri

MALACCARI 7 Il migliore in assoluto del Gubbio. Spinge sulla destra con regolarità e crea grattacapi nel finale dove sfiora di testa il punto dell’1-1. Unico neo il fallo da rigore su Cia e l’espulsione per il troppo nervosismo dopo il 90′.

BOISFER 5.5 Non si poteva pretendere di più. L’ex nerazzurro rientrava da un lungo infortunio. Non riesce a dettare i tempi della manovra (GIULIACCI 6 Brillante e sgusciante, fa tremare l’Arena sfiorando anche il gol di testa)

BELFASTI 5 Preferito a Caccavallo non si vede praticamente mai (FALZERANO 5.5 Dimostra di essere in condizione più del compagno. Fa vedere molta corsa ma poco altro)

LUPARINI 5 Spettatore non pagante. Solo un tiro sbilenco per lui ad inizio gare e poco altro (TARTAGLIA 6 Entra quando il Gubbio rimane in dieci e offre una prova sufficiente in difesa, sicuramente meglio rispetto a quella del suo compagno di reparto)

SCHETTER 5.5 Non è sicuramente lo Schetter che conoscevamo ne con la maglia del Latina ne con quella della Nocerina. Ha qualità ma contro il Pisa non le ha fatte vedere

ROSELLI 5.5 Un buon allenatore per questa categoria che ha risollevato le sorti del Gubbio. Oggi forse qualche mossa l’ha sbagliata. Il rientro di Boisfer è parso troppo azzardato e la rinuncia a Caccavallo decisivo all’andata non si è capita.

20140302-192039.jpg

By