Pisa-Entella 1-1 Cani risponde a Caputo

PISA – All’Arena finisce in parità la sfida tra Pisa ed Entella. Alla rete di Caputo su rigore per i liguri risponde Cani subentrato a Manaj. Il Pisa ritrovatosi sotto in inferiorità numerica ha dato il meglio di se nella parte finale dimostrando ancora una volta grinta e carattere da vendere.

di Antonio Tognoli

Il Pisa deve fare a meno di Varela, Polverini, Zonta e Lisuzzo, mentre la formazione di mister Breda deve rinunciare al portiere Iacobucci, al suo posto torna Paroni, il portiere della promozione in serie B. Nessun squalificifato tra le due squadre. Gattuso rispetto a Novara recupera Tabanelli. Il tecnico nerazzurro lascia inizialmente in panchina Longhi preferendo Mannini. In attacco c’è il debutto dal primo minuto di Gaetano Masucci contro la sua ex squadra. Con lui in attacco ci sono Manaj e Gatto. Nell’Entella Breda preferisce Sini a Palermo. La coppia d’attacco è formata da Caputo e Catellani, con l’ex Nerazzurro Luca Tremolada alle loro spalle.

In diffida per il Pisa Di Tacchio e Cani, per la Virtus Entella a rischio squalifica il rientrante Ammari’ e Catellani.

La gara ha un inizio blando rispetto agli standard abituali di questo inizio stagione. L’Arena effettua cinque minuti di protesta in solidarietà ai ragazzi della Curva colpiti dai provvedimenti Daspo in questi giorni. Gli spalti dell’Arena rimangono vuoti. Al 4′ primo pericolo per il Pisa: Catellani innesca Caputo, che però viene anticipato dall’uscita con i piedi di Ujkani che spazza la propria area. Al 5′ ancora Entella pericolosa: punizione da destra di Moscati, colpo di testa di Troiano e palla alta sopra la traversa. Il Pisa è guardingo e si fa vedere per la prima volta dalle parti di Paroni al 7′ sull’asse Angiulli-Mannini con il capitano nerazzurro che dal limited calcis però a lato. I nerazzurri si scuotono, anche in concomitanza al ritorno sugli spalti dei propri tifosi. Al 11′ Manaj riconquista la sfera sull’out destro opera un traversone Rasoterra su cui si avventa Gatto che di piatto mette però sul fondo. L’Entella reagisce con un tiro a giro di Caputo (12′), ma al 17′ è ancora il Pisa a farsi pericoloso con un destro dal limite di Verna, deviato in angolo da un difensore ligure. Niente da fare sugli sviluppi del corner. Ma il Pisa tiene in mano l’iniziativa chiude l’Entella nella propria area di rigore. Ci provano Masucci e Di Tacchio, ma il muro dei Diavoli Neri predisposto da mister Breda è attento. Si va al riposo sullo 0-0 dopo un minuto di recupero con mister Gattuso che si arrabbia con Di Tacchio, forse per non aver velocizzato l’ultima azione della prima parte di gara.

Prima dell’inizio della ripresa mister Rino Gattuso è costretto ancora ad un cambio: fuori Del Fabro forse per un risentimento e dentro Luca Crescenzi, che torna dunque ad occupare il ruolo di centrale davanti a Ujkani dopo molto tempo. Al 5′ primo episodio significativo. Vanno giù in arra ligure Manaj e Ceccarelli, il Sig. Ros lascia correre, il pubblico chiede a gran voce il rigore. Al 7′ il primo ammonito del Match è Belli reo di aver fermato una bella iniziativa personale di Landre. Sulla punizione di Mannini da sinistra colpo di testa di Masucci che termina tra le braccia di Paroni. Masucci che viene apostrofato dai suoi vecchi tifosi. Il Pisa continua a premere, Mannini pennella un cross dalla destra e trova sul secondo Verna con con il sinistro gira al volo, ma la palla termina alta. L’Entella si rende pericolosa con due corner, ma è ancora il Pisa ad avere l’occasione per passare in vantaggio al 15′ quando Gatto innesca Manaj all’altezza del dischetto del rigore, ma il suo tiro termina ancora alto sopra la traversa. Da quella posizione l’attaccante albanese poteva sicuramente fare meglio. Gattuso inserisce Cani al posto di Manaj. Al 70′ Ros concede un rigore all’Entella (fallo di Crescenzi su Caputo), Verna protesta e si becca il rosso diretto: Pisa in dieci. Caputo dal dischetto trasforma e porta i liguri in vantaggio. Il Pisa però non ci sta. Dentro Peralta per Gatto. I nerazzurri in inferiorità numerica trovano il pareggio con Cani che lascia partire un destro deviato da un difensore su cui Paroni non può nulla venendo scavalcato dalla traiettoria della sfera. Il Pisa nonsi accontenta e sempre con un colpo di testa di Cani su cross di Mannini costringe Allan deviazione in angolo l’estremo ligure. Il Pisa prova a questo punto a tentare il colpaccio. Sono tre i minuti di recupero. Peralta al 47′ viene fermato al momento della conclusione. È l’ultima azione del match. Finisce 1-1.

IL TABELLINO DEL MATCH

PISA – VIRTUS ENTELLA 1-1

PISA (4-3-3): 1 Ujkani; 24 Golubovic, 15 Del Fabro (46′ 13 Crescenzi), 34 Landre, 7 Mannini; 6 Di Tacchio, 8 Verna, 18 Angiulli; 11 Manaj (67′ 9 Cani), 36 Masucci, 28 Gatto (74′ 20 Peralta). A disp. 22 Cardelli, 3 Longhi, 14 Birindelli, 19 Lazzari, 21 Tabanelli, 36 Zammarini. All. Rino Gattuso

ENTELLA (4-3-1-2): 1 Paroni; 4 Belli, 5 Ceccarelli, 15 Pellizzer, 28 Baraye; 30 Moscati, 8 Troiano, 23 Sini (66′ 11 Palermo); 14 Tremolada (79′ 29 Ammari’); 10 Catellani (70′ 25 Motta Carvalho), 9 Caputo. A disp. 12 Ayoub, 13 Benedetti, 6 Pecorini, 33 Ardizzone, 20 Diaw 3 Filippini. All. Roberto Breda.

ARBITRO: Riccardo Ros di Pordenone (Ass. De Troia-Sechi). Quarto uomo Guccini

RETI: 72′ Caputo (E), 78′ Cani (P)

NOTE: giornata fredda, terreno pesante. Ammoniti 4 Belli (E), 13 Crescenzi (P). Espulso Verna al 71′(rosso diretto per proteste). Angoli 5-3. Spettatori 7211 (abbonati 4074 paganti 3157) per un incasso di 68.626,84 euro. Rec pt 1′, st 3′.

By