Pisa-Cosenza 1-3. Un grande primo tempo dei calabresi fa la differenza. Moscagol fallisce un rigore

PISA – Con un grande primo tempo il Cosenza espugna (3-1) l’Arena Garibaldi e batte il Pisa. Nerazzurri sotto per 3-0 al termine della prima frazione per la doppietta di Riviere e il gol di Broh, cercano la rimonta nel secondo tempo. Birindelli accorcia le distanze poi Moscardelli fallisce il rigore del possibile 2-3 al minuto 69.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Il Pisa scenderà in campo come previsto con il 4-3-2-1 quindi confermando lo schema che ha fruttato i tre punti a Trapani. Una sola la novità Birindelli al posto di Ingrosso. Per il resto schema ad albero di Natale. Davanti a Gori ci sono Aya e Benedetti con Birindelli e Lisi sugli esterni. Marin, De Vitis e Verna che formano la diga a centrocampo con Pinato e Gucher ad agire alle spalle di Moscardelli. Il Cosenza scenderà in campo con il modulo 3-4-3. Braglia ex allenatore del Pisa che ha conquistato la promozione all’ombra della Torre Pendente nella stagione 2006-07 cambia ancora modulo. Legittimo va a fare il terzo difensore centrale e Broh in mezzo al campo con BrucciniCorsi e D’Orazio sulle fasce mentre per quanto riguarda l’attacco Baez unico esterno di ruolo a disposizione e Machach saranno di supporto a Rivière. Non c’è invece Pierini che non è neanche partito per Pisa.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in completo nerazzurro con i numeri dorati sulle maglie, Cosenza in completo bianco. Il Pisa parte forte. Al minuto 8 la prima vera occasione del match è nerazzurra. Cross da sinistra di Lisi per la testa di Moscardelli che mette alto sopra la traversa. Poco prima però ci aveva provato D’Orazio con il suo sinistro che finiva sull’esterno della rete. Il calabresi non si davano per vinto però, conquista due corner e risponde subito per le rime ai padroni di casa con una girata a rete di Bruccini a botta sicura con Gori che salva il Pisa con un super intervento. Poi Benedetti libera l’area di rigore. Buon momento per il Cosenza. Baez pesca a sinistra Riviere ma il suo tiro viene messo in angolo da Birindelli. Al minuto 27 il Cosenza però passa con un perentorio destro dal limite di Riviere che fa secco Gori. Pisa sotto di una rete. I Fortunato Riviere più lesto di Verna che poi scarica un gran destro alle spalle di Gori. Il Pisa accusa il colpo, mister D’Angelo al 33′ è costretto a cambiare modulo passando alla difesa a tre con De Vitis che scala dietro e Pinato va a fare la seconda punta. Ma purtroppo non basta. Il Cosenza al minuto 39′ trova il raddoppio con Broh che da venti metri pesca il “sette” alla destra di Gori, che questa volta nulla può: 2-0 per i calabresi e Arena ammutolita. C’è solo una squadra in campo, il Cosenza. Al Pisa non riesce nulla. E sull’ultima azione del recupero la formazione di mister Braglia sigla la terza rete ancora con Riviere che di testa mette alle spalle di Gori un cross da sinistra di un D’Orazio di gran lunga in migliore in campi che ha messo in seria difficoltà Birindelli. Dopo un minuto di recupero si va al riposo sul 3-0 per il Cosenza.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa subito dentro Fabbro al posto di Verna. Il Pisa prova subito ad attaccare. Intanto la Curva pisana applaude quella cosentina che ricorda Maurizio Alberti con lo striscione “Mau Vice”. Intanto Perina dice no al sinistro ravvicinato di Pinato e sul proseguo dell’azione blocca a terra il destro di Fabbro dal limite. Sembra però un altro Pisa quello della ripresa. I nerazzurri rischiano al 10′ su un iniziativa di Broh fermato al limite da De Vitis che viene ammonito. Poco dopo finisce sul taccuino anche Marin. Al minuto 63 D’Angelo gioca la carta Minesso che subentra a Pinato. Al minuto 66 il Pisa accorcia con Birindelli che dal limite si sponda di Fabbro fa secco Perina: 3-1. I nerazzurri attaccano a testa bassa. Fabbro viene messo a terra in area. L’arbitro su indicazione del guardalinee concede il rigore. Moscardelli va sul dischetto ma Perina bocca il sinistro dagli undici metri di Moscagol. Occasione gettata alle ortiche per andare a meno uno. Intanto mister Braglia ricorre al cambio: dentro Sciaudone per Baez. Il Cosenza però è in affanno. Il Pisa attacca. Braglia cambia ancora: fuori D’Orazio dentro Capela. Mister D’Angelo invece si gioca la carta Di Quinzio che subentra a De Vitis. Tanto Bruccini si becca il giallo per il Cosenza per un fallo su Lisi. Birindelli al minuto 86 colpisce di testa con palla che termina alta sopra la traversa. Al minuto 89 Pisa in dieci per l’espulsione di Marin per doppia ammonizione.

PISA – COSENZA 1-3

PISA (4-3-2-1): Gori; Birindelli, Aya, Benedetti, Lisi; Marin, De Vitis, Verna (46′ Fabbro); Pinato (63′ Minesso), Gucher; Moscardelli. A disp. D’Egidio, Perrilli, Belli, Siega, Di Quinzio, Ingrosso, Giani, Liotti, Sibilio, Fischer. All. Luca D’Angelo.

COSENZA (3-4-3): Perina; Idda, Monaco, Legittimo; Corsi, Broh, Bruccini, D’Orazio; Baez (73′ Sciaudone), Rivière (53′ Litteri), Machach. A disp. Saracco, Lazaar, Capela, Schiavi, Bittante, Greco, Trovato. All. Piero Braglia

ARBITRO: Alessandro Prontera della sezione di Bologna (Ass. Lombardi – Annaloro). Quarto uomo: Marchetti.

RETI: 27′ e 46′ Riviere (C), 39′ Broh, 66′ Birindelli

NOTE: giornata soleggiata ma fresca, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Birindelli, De Vitis, Marin, Corsi, Bruccini, Machach, Moscardelli. Espulso Marin al minuto 89 per doppia ammonizione. Angoli 1-8. Rec pt 1′, st 6′.

By