Pisa Città del Cinema: buone prospettive in chiave futura

PISA – Pisa si è trasformata in una “Città del Cinema” nei giorni 10 e 11 aprile scorsi, grazie all’arrivo di 100 produttori cinematografici da tutta Europa e non solo.

image

Al meeting ACE 2015, incontro annuale degli Atéliers du Cinema Européen, organizzato da Comune di Pisa e Toscana Film Commission, si sono svolti co-production forum, seminari e workshop – oltre alle proiezioni e agli ed eventi della “settimana del cinema” – con l’obiettivo di favorire il nascere di nuove collaborazioni tra i soggetti dell’industria cinematografica e la realizzazione di nuovi prodotti audiovisivi nelle location pisane. L’obiettivo è stato centrato in pieno: il meeting si è concluso con un impegno reciproco, di ACE, Comune di Pisa e Toscana Film Commission, a proseguire la collaborazione intrapresa.

«Pisa si è proposta al cinema internazionale forte della sua tradizione sul tema – ha affermato il vicesindaco di Pisa Paolo Ghezzi in conclusione dei lavori – ma nella consapevolezza di avere aspetti logistici, ambientali ed organizzativi non comuni nel panorama internazionale. Per questo è stato assunto l’impegno comune di lavorare nei prossimi mesi per valutare la possibilità di un protocollo operativo che consenta convenienze reali per valorizzare il territorio locale e le aspettative del mondo della produzione e della regia cinematografica.»

«Pisa – ha commentato Ronan Girre, presidente ACE – ha infrastrutture logistiche e ambientazioni diverse tutte a portata di mano: mare, parco naturale, centro storico e monumenti tutti raccolti in un fazzoletto e a portata di aeroporto. Valori aggiunti, questi, che consentono possibili pianificazioni economiche di grande convenienza e di ottenere risposte in tempi rapidi alle tante esigenze di chi fa cinema».

“Continueremo a sostenere la nascente collaborazione con ACE per incoraggiare la presenza di nuove produzioni nel territorio pisano – ha affermato Stefania Ippoliti, responsabile di Toscana Film Commission – valorizzando ciò che una città bella, ricca di bellezza e di storia e con una logistica d’avanguardia, può offrire all’industria cinematografica internazionale”.

Da segnalare inoltre la forte presenza toscana al meeting: al networking tables hanno partecipato, tra società di produzione, service per il cinema, registi e autori, circa 30 professionisti toscani, che hanno avuto la possibilità di incontrare e farsi conoscere dai produttori internazionali.

You may also like

By