Pisa – Benevento: le pagelle dei sanniti. Guerra da vivacità, Melara trova la zampata

PISA – Pareggio finale incredibile del Benevento all”Arena Garibaldi con il jolly pescato da Melara all’ultimo secondo a recuperare un risultato che a fine primo tempo non sembrava ammettere repliche dopo il 2-0 veloce dei padroni di casa. Ma nella ripresa le occasioni sprecate da Cia & co. e il forcing dei sanniti hanno portato ad un pari insperato.Vediamo in dettaglio le prestazioni della formazione allenata da mister Fabio Brini.

PISCITELLI 5.5 – Incerto sul goal di Forte, la giovanissima età e la scarsa forma lo condizionano.

CELIAK 5.5 – Rischierato sulla corsia non di sua competenza si arrangia come può, e soffre terribilmente nel primo tempo la furia di Napoli. In fase avanzata fa meglio e nella ripresa sale un pò di più ma sempre col freno tirato.

MENGONI 6.5 – Ottima prestazione del capitano, che dopo aver partecipato al crollo del primo tempo, alla ripresa delle ostilità diventa il baluardo difensivo da cui far ripartire l’assalto verso il 2-2.

SIGNORINI 5 – il figlio del compianto Gianluca sfodera contro la squadra della sua città una prestazione molto negativa non solo a causa del fallo da rigore commesso su Napoli, ma in virtù delle numerose insicurezze mostrate. Rimandato. (dal 1st PADELLA 6.5 ) – Brini sbaglia a preferirgli Signorini ed infatti con il suo ingresso in campo si costituisce sulla trequarti pisana la diga che mancava ai sanniti nel primo tempo. Grintoso.

SOM 5.5 – Soltanto nell’ultimo quarto d’ora il camerunense ex Grosseto fa il suo mestiere cioè scendere sulla fascia e crossare. In precedenza molle e timido, inizia poi a destreggiarsi bene e a mettere in difficoltà Sabato. Ma troppo poco.

DONINELLI 6 – Tesse e cuce il ventenne prodotto della Fiorentina che con le sue lunghe leve naviga sulla trequarti nerazzurra distribuendo una quantità inverosimile di palloni. Talvolta manca la precisione, ma non la volontà.

DI DEO 5 – Da ricordare solo una conclusione senza troppe pretese nel corso della prima frazione, l’unica che Brini gli concede per poi toglierlo in una giornata in cui è irriconoscibile – (Dal 1 st GUERRA 7 – Il migliore in campo. Il suo dinamismo spacca la difesa pisana e le sue certezze. Come se non bastasse è lui a dare il via alla rimonta segnando di testa sugli sviluppi di un corner. E per un mingherlino come lui è roba da matti.)

NEGRO 6 – Buone giocate di classe e alta scuola per questo giocatore di categoria superiore, ma poca concretezza o collaborazione con i compagni. Tuttavia delizia il pubblico con dribbling e tocchi purtroppo non sfruttati dai compagni.

MANCOSU 5 – Nonostante l’impegno, prova sottotono per il fantasista sardo che non si intende molto bene con i compagni di reparto ed è soffocato nella morsa tra Mannini e Sampietro. Opaco. (dal 33 st Campagnacci Sv)

MELARA 6.5 – Sebbene prima del 95 sia stato protagonista di una mole altissima di stop sbagliati e finezze evitabili, mette in mostra impegno e non molla mia. E’ premiato con la rete freddissima del 2-2 in un colpo da killer spietato che fa esplodere per vari motivi l’Arena.

EVACUO 5.5 – Oggi non ha potuto colpire e giocare come sa il bomber campano. Controllatissimo da Goldani

20140316-181525.jpg

By