Pieragnoli (CofCommercio): “Incondizionata contrarietà all’aumento delle tariffe dei parcheggi. Chi ci accusa la spara grossa all’inverosimile”

PISA – La questione sosta in Città fa arrabbiare e non poco il direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli.

“Rasenta la più incredibile delle sfacciataggini che il signor Romoli, dirigente dell’altra associazione, chiami in causa Confcommercio sulla questione dei parcheggi”, esordisce il numero uno di ConfCommercio Pisa.

“Va bene che siamo nell’epoca della post-verità, ma accusare Confcommercio di non aver espresso forti critiche è la balla più grossa che si sia mai sentita. Da parte nostra abbiamo immediatamente comunicato con una lettera ufficiale al sindaco e agli assessori Forte e Serfogli la nostra più “assoluta e incondizionata contrarietà” a tale decisione definendo espressamente come pseudo-correttivi quelli che Romoli ha la faccia tosta di spacciare come proposte concrete. Lo chieda ai commercianti del centro se queste presunte “proposte” sono davvero concrete o non sono piuttosto inutili e inaccettabili palliativi che nascondono aumenti irragionevoli sulla pelle di imprenditori e clienti. D’altronde, è proprio questo modo di fare sponda comunque anche a decisioni così gravi e dannose per il commercio, che ci contraddistingue nettamente dall’associazione che Romoli rappresenta. Comprendiamo bene che è iniziata la campagna elettorale e che quindi Romoli si affanni faticosamente a dimostrare tutto il proprio zelo, ma prima di parlare di Confcommercio farebbe bene ad informarsi meglio e a sciacquarsi la bocca”.

By