Pegaso sport 2017, tra i 12 finalisti c’è anche la pisana Martina Batini

Pisa – Martina Batini, rende onore alla città: argento mondiale a Rio 2016 nel fioretto a squadre.La proclamazione del vincitore di Pegaso per lo Sport 2017 avverrà il 14 marzo prossimo presso il Teatro della Compagnia in via Cavour.

Assieme a Martina Batini, ci sono anche: Alessia Biagini, campionessa italiana di spada, Rachele Bruni, argento a Rio 2016 nei 10 km di nuoto in acque libere, Simone Buti, argento a Rio 2016 per la pallavolo, Niccolò Campriani, due ori a Rio 2016 nel tiro a segno, Giada Cavataio, vicecampionessa mondiale di pattinaggio artistico, Alessio Cornamusini, vicecampione mondiale di arrampicata sportiva, Gabriele Detti, due bronzi nel nuoto ai giochi di Rio 2016, Marco Innocenti, argento a Rio 2016 nel tiro a volo double trap, Francesco Menon, campione italiano di rugby con il Rovigo, Gabriele Rossetti, oro a Rio 2016 nel tiro a volo skeet, Chiara Tabani, argento a Rio nella pallanuoto.

Oltre a loro, saranno premiati anche gli atleti toscani segnalati dalle varie federazioni sportive: il “Premio Fair Play – Sport e solidarietà”, andato in questa edizione all’associazione sportiva dilettantistica Sancat e alla Fondazione Tommasino Bacciotti onlus.

“Una premiazione – sottolinea nel suo messaggio Sanzo – che da anni celebra il meglio dello sport della nostra Regione, molto significativa perché il risultato agonistico è figlio anche della buona predisposizione di un territorio che coltiva talenti e crede nelle persone. La Toscana è stata ben rappresentata sia alle recenti Giochi di Rio, dove sono arrivati risultati straordinari, e ha ben figurato anche in molte competizioni internazionali non olimpiche, per di più in specialità anche molto diverse tra loro, segno di un movimento variegato e florido. Inoltre, l’assegnazione in data odierna del premio “Fair play – sport e solidarietà” simboleggia alla perfezione l’idea di un agonismo sano, i cui risultati sono figli di una cultura sportiva votata non solo al risultato, ma anche alla crescita personale e morale attraver so il confronto con gli altri e il rispetto per l’avversario. Gli atleti in lizza per il Pegaso sono tutti, prima che grandi campioni, degli straordinari professionisti, meritevoli in pieno di rappresentare la nostra Regione”.

By