I Passi che rinascono: approvato il progetto di riqualificazione del quartiere

PISA – La lieta novella da tanti attesa è finalmente giunta sotto forma dell’approvazione, nella seduta di ieri 28 febbraio 2017 del Consiglio Comunale, del progetto definitivo di riqualificazione del quartiere “I Pssi”, illustrato stamane agli Organi di informazione presso la sala stampa del Comune di Pisa, da parte dell’Assessore Ylenia Zambito.

di Giovanni Manenti

Il progetto, validato in mattinata dalla Regione Toscana, si è aggiudicato un finanziamento regionale – a valere su fondi della Comunità Europea – di oltre 7 milioni di euro e lo stesso si estrinseca in tre distinte tipologie di interventi:

Il restyling di strade, verde, luci e marciapiede – tale fase prevede il rifacimento dell’intera pianta del quartiere, con abbattimento dei vecchi pini e posti nuovi alberi, rifacimento del manto stradale, creazione di piste ciclabili e riqualificazione di Largo Ippolito Nievo con l’utilizzo della pensilina attualmente esistente ad uso mercatale e per l’allestimento di spettacoli, con la messa a disposizione anche di postazioni di “Bike sharing” per raggiungere il centro città ed altresì una zona a parcheggio per circa 80 stalli. Questa tipologia di intervento è suddivisa in tre lotti per un esborso complessivo di circa 6 milioni di €uro, interamente coperti con l’approvato finanziamento regionale;

Centro sociale e sala multifunzionale – detto intervento prevede la ristrutturazione e riqualificazione dell’attuale centro sociale posto in via Belli attraverso una spesa di circa 1.3 milioni di €uro e consentirà di avere a disposizione una sala multifunzionale in grado di ospitare sino a 120 persone da adibire a convegni, concerti, spettacoli di vario genere, nonché di adibirla a biblioteca e sala di lettura, sulla base delle esigenze e delle richieste dei residenti;

Case per la coabitazione degli anziani ed orti sociali – particolare rilievo assume l’intervento più originale ed innovativo, vale a dire la realizzazione in via Belli, vicino agli impianti sportivi (la nuova palestra della Scherma Di Ciolo, per intendersi …), di un edificio di quattro piani adibito ai piani rialzati all’accoglimento in appartamenti di anziani e loro familiari e/o badanti, mentre al piano terra verrà costruita una palestra per l’attività fisica adattata e, cosa fortemente richiesta dai residenti, un ambulatorio medico.

Giustamente orgogliosa del risultato ottenuto, l’assessore all’urbanistica Ylenia Zambito così commenta … “il quartiere cambierà volto con una riqualificazione che tiene conto delle esigenze dei residenti e dei frequentatori dello stesso, ed in tal senso tengo a sottolineare e ringraziare per la velocità e precisione del lavoro svolto, nonostante i ristretti tempi a disposizione, circostanza che ci ha consentito di non lasciarci sfuggire l’occasione di partecipare al bando regionale per l’aggiudicazione del finanziamento per un profondo e necessario recupero urbanistico.” “Particolare soddisfazione deriva anche dal fatto”, ha proseguito l’Assessore, “di essere riusciti in larga parte a soddisfare le richieste dei residenti, specialmente sul punto a loro più caro relativamente alla costituzione dell’ambulatorio medico, per il quale abbiamo già allertato la ASL ed in cui presteranno la loro opera, ritengo a turno, medici di base, permettendomi altresì di evidenziare altresì come, nella seduta di ieri, il consiglio comunale abbia approvato all’unanimità un Odg che invita la giunta a trovare risorse in bilancio per la manutenzione delle strade interne del quartiere”. “Desidero infine rimarcare”, ha concluso Zambito, “l’aspetto innovativo dell’iniziativa per la coabitazione degli anziani, aperto non solo ai residenti ma a tutta la cittadinanza, secondo apposite graduatorie, cosa che potrà anche consentire a soggetti che attualmente vivono da soli, sia un recupero a livello sociale venendo meno il oro isolamento che la possibilità di lasciare libero una casa magari troppo grande per le loro esigenze, da poter destinare a nuclei familiari più numerosi”.

Analoga soddisfazione è espressa anche dall’Avv. Federica Ciardelli, Presidente del “Consiglio Territoriale di Partecipazione” n. 6, la quale ha tenuto a sottolineare …. “l’importanza della definizione del progetto attraverso la positiva collaborazione tra le parti nel rapporto instauratosi tra il Comitato de “I Passi” e l’amministrazione comunale, venendo accolte la gran parte delle richieste ed esigenze dei residenti, specie per quanto attiene alla costituzione del presidio medico ed, in tale ottica, voglio ricordare come domenica 19 marzo (Festa del papà …) sarà indetta una raccolta fondi volta a dotare tale struttura ambulatoriale di un defibrillatore, particolarmente necessario per azioni di pronto intervento”.

Per quanto attiene ai fatti dopo le parole, entro fine corrente anno dovrà essere reso esecutivo il progetto definitivo, firma della relativa Convenzione con la Regione ed assegnati i lavori tramite gare di appalto, per poi dare inizio alle vere e proprie opere di riqualificazione, la cui ultimazione può ragionevolmente indicarsi in sei mesi per le strade ed un anno per le altre strutture.

By