Nasce in Toscana il primo network sulle associazioni di volontariato

PISA – Una mappa dettagliata e interattiva che segnala al cittadino la presenza di ogni associazione di volontariato presente sul territorio favorendo la visibilità delle associazioni in Toscana.

È quanto prevede il progetto “Porto volontario” il primo in Italia di questo genere, voluto dal Cesvot e realizzato insieme a a uidu.org, che ha dato vita al primo social network “sociale” in Toscana con l’obiettivo di offrire un sostegno concreto a tutti coloro che sono impegnati nel mondo del volontariato. Attraverso la piattaforma è possibile conoscere il profilo di ogni associazione, tutte le iniziative organizzate, condividere appelli, avviare raccolte fondi, conoscere il numero e le competenze di volontari di cui necessita un’associazione. A pochi giorni dal lancio del progetto sono già 120 le associazioni toscane che hanno chiesto di aderire alla piattaforma con un tasso di circa 15 iscrizioni al giorno.

«Grazie a questo progetto Cesvot – spiegano Andrea Vanini e Enrico Micheli – fondatori di uidu.org – le sue Associazioni e, più in generale, i volontari toscani, potranno avere un luogo su Internet nel quale coordinare le proprie attività come hanno sempre fatto nel mondo reale, ma con l’aggiunta di tutti gli aspetti di interazione, comunità e viralità che sono propri del mondo Internet. uidu.org fin da quando è nato si è prefisso l’obiettivo di mettere Internet a disposizione del Terzo Settore e ad oggi, anche grazie a questo progetto con Cesvot, possiamo dire che stiamo assolvendo al nostro impegno. Internet è da sempre un ottimo strumento per il “profit”, noi vogliamo che lo diventi anche per il ‘nonprofit’»

“Il progetto che rappresenta un servizio innovativo di networking e consulenza/formazione e un’importante sfida per Cesvot e per il volontariato toscano – spiega Federico Gelli, Presidente del Cesvot – il mondo del volontariato finalmente coglie a pieno le enormi opportunità rappresentate dal web. Troppo spesso chi è impegnato nel sociale ha, fino ad oggi, sottovalutato ciò che internet è in grado di dare. Non una vetrina statica ma un luogo virtuale, continuamente aggiornato, dove ogni informazione sarà visibile e consultabile da cittadini, operatori del settore e associazioni. Un social network dedicato al ‘sociale’ che, siamo sicuri, aiuterà in modo concreto il volontariato a trovare partner, donazioni e volontari”.

Alle associazioni che aderiranno al progetto Cesvot mette a disposizione anche un servizio gratuito di orientamento, formazione e consulenza su comunicazione esterna ed accoglienza di nuovi volontari, per rendere più forte e capillare la presenza del volontariato nella nostra regione. Per aderire al progetto e ricevere ulteriori informazioni, contattare le Delegazioni territoriali di Cesvot oppure il Settore Sviluppo delle reti e delle associazioni: tel. 055.271731, email: reti@cesvot.it

Fonte: Cesvot

20140325-115816.jpg

By