MInimarket chiuso per dieci giorni in Piazza della Stazione dopo la violenta rissa di venerdì

PISA – Nella giornata di ieri, martedì 18 marzo, massivo servizio di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato nella zona della stazione ferroviaria. Il servizio, coordinato dai Commissari Capo Luigi Schettino e Fabrizio Nocita, ha visto impegnati numerose pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana, una squadra del Reparto Mobile di Firenze e pattuglie volanti del locale UPGSP.

Sono state controllate e identificate circa 40 persone, tra cui numerosi soggetti con precedenti penali. Tra questi, anche numerosi stranieri, alcuni dei quali, precisamente 6, sono stati accompagnati presso i locali della Questura per una più compiuta identificazione e per avviare le procedure di espulsione dal territorio nazionale. Nel corso del controllo, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato un minorenne (del 1999) di origine tunisine il quale, alla vista degli agenti, si dava alla fuga, liberandosi di due involucri termosaldati, i quali hanno poi rivelato il proprio contenuto: 1,8 gr. di eroina. Il tunisino è stato denunciato per possesso di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e affidato, in quanto minore, a una casa di accoglienza.

Il servizio ha rappresentato l’occasione per effettuare anche una serie di controlli amministrativi sui numerosi esercizi commerciali della piazza. All’uopo è intervenuto personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura, guidati dal Primo Dirigente dr. Santi Allegra, e coadiuvati da numero personale della locale Polizia Municipale e dell’ufficio annonario. Numerose le contestazione elevate. In particolare è stato notificato un provvedimento ex art. 100 T.U.L.P.S. al minimarket di piazza della stazione angolo via Mascagni. Tale provvedimento comporterà la chiusura dell’esercizio, per sospensione della relativa licenza, per i prossimi 10 giorni. I servizi, disposti dal sig. Questore di Pisa, dr. Gianfranco Bernabei, saranno ripetuti con regolatita’.

MINIMARKET CHIUSO. Il Questore di Pisa, Gianfranco Bernabei, ha disposto la sospensione della licenza, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza, nei confronti di un esercizio di commercio di vicinato al dettaglio di “generi alimentari e non”, ubicato in Pisa Piazza della Stazione. Il minimarket è stato sanzionato con un provvedimento di chiusura di 10 giorni. Già da alcune settimane era nel mirino degli investigatori per essere diventato un abituale luogo di ritrovo di balordi ed oziosi. L’epilogo si è verificato venerdì pomeriggio allorchè è scoppiata una violenta lite all’esterno del locale, culminata con l’aggressione ad un ragazzo tunisino di anni 25, ferito con un’arma da taglio alla spalla ed al torace ed ancora in prognosi riservata , da parte di un connazionale di anni 26, pregiudicato, poi identificato e segnalato alla locale Procura della Repubblica per lesioni gravi. Nel corso di detti servizi gli operanti hanno accertato che il suddetto Minimarket, soprattutto di pomeriggio e nelle ore serali, opera come fosse un esercizio di somministrazione di bevande, i cui unici avventori, che ininterrottamente entrano ed escono dal locale, acquistano bevande alcoliche e le consumano poi all’esterno, trasformando di fatto gli scalini dei portici e dello stesso Minimarket in tavoli e sedie di un bar.

Pertanto, al fine di evitare turbative e tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore ha adottato il provvedimento di sospensione della licenza del locale per 10 giorni, ai sensi dell’art. 100 T.u.l.p.s. Tale provvedimento è finalizzato ad impedire il verificarsi di situazioni potenzialmente pericolose per commercianti, residenti e turisti che transitano nella zona, evitando che il suddetto Minimarket sia luogo di ritrovo abituale di vagabondi, oziosi e soggetti pregiudicati.

Fonte: Questura di Pisa

20140319-131728.jpg

You may also like

By