Lettera a Filippeschi per sospendere l’unione fra Itis e Ipsia

Pisa – Si trasmette la lettera aperta al Presidente della provincia di Pisa, Filippeschi da parte del NAP.

Caro Presidente Filippeschi,

come sai benissimo con della delibera n°27 del 28 novembre 2016 il Consiglio Provinciale di Pisa, nell’ultima seduta utile della precedente consiliatura, ha stabilito alcuni accorpamenti degli istituti scolastici superiori della città di Pisa che incidono sulla vita di tutta la città.

Ritenuto opportuno cercare di saperne quanto più possibile sull’argomento acquisendo gli atti soprattuto per quanto riguarda l’accorpamento dell’IPSIA “G. Fascetti” con l’ITIS “Leonardo da Vinci” di Pisa, ho richiesto una discussione in merito calendarizzata per il giorno 14 marzo pv in 3° Commissione Comunale Permanente , mentre il Consigliere Provinciale Marco Rusconi di “Le Comunità e i Terrirori” ha presentato una interrogazione a risposta scritta sull’argomento.

Ancora prima di risposte scontate, sembra che per arrivare a decisioni così importanti e impattanti sulla vita scolastica, e lavorativa del personale, di questi due istituti da parte dei Consiglieri Provinciali, l’iter burocratico non sia stato pedissequamente osservato e che si sia arrivati al voto sulla delibera senza alcuni documenti essenziali, senza per esempio aver acquisito i pareri dei Consiglio d’Istituto e del Collegio dei Docenti di entrambe le scuole, favorevoli o contrari all’accorpamento essi potessero essere.

Pertanto, anche per le prese di posizione forti assunte dalle RSU dell’ l’ITIS “Leonardo da Vinci” che annunciano ricorsi, caro Presidente Ti invito a formulare un atto in autotutela che sospenda gli effetti della delibera n°27 del 28 novembre 2016 per quanto riguarda le decisioni dell’accorpamento dell’IPSIA “G. Fascetti” con l’ITIS “Leonardo da Vinci” di Pisa e a valutare nuovamente tutte le opzioni.

Certo della comprensione, sempre pronto al confronto, resto in attesa di un riscontro.

By