Legalità ai tempi di Expo, Ferdinando Impomato: ”Il nemico numero uno delle istituzione non è la mafia, è la corruzione politica!”

PISA – Ferdinando Imposimato, magistrato, avvocato, Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, nonché uno dei protagonisti assoluti dei processi tra i più importanti della storia recente del nostro paese, dall’attentato al Papa, al delitto Moro, dall’assassinio di Vittorio Bachelet, al caso di Michele Sindona, oggi pomeriggio, intervenendo ad un incontro pubblico promosso dal gruppo Consiliare del M5S del Comune di Pisa, non ha usato mezzi termini sul tema della corruzione del nostro paese.

image

“Per moltissimi anni – ha coì dichiarato Imposimato – ho fatto parte della Commissione parlamentare Antimafia, per ben tre legislature, e abbiamo trattato la mafia come il nemico numero uno delle istituzioni. Mi sbagliavo perché la mafia è certamente un nemico delle Istituzioni ma è il nemico numero due perché il nemico numero uno delle istituzioni è la corruzione politica perché senza la corruzione, senza l’appoggia della politica, la mafia, la camorra e la ndrangheta non potrebbero agire. E questo, oggi, si verifica non solo nelle Regioni che sono abitualmente governate dalla mafia ma, purtroppo, anche nelle regioni che sono tradizionalmente immuni da questo fenomeno”.

By