L’Arca vince 3-0 in trasferta contro il Civitanova in una partita epica

PISA – A volte lo sport regala delle emozioni davvero intense, emozioni costruite col sudore, la fatica e con tanti ingredienti. Nella partita contro Civitanova, per il Cus c’è stato un mix di capacità tecniche, tattiche, convinzione, agonismo e anche un pizzico di fortuna che ha portato a uno splendido 0-3 maturato in maniera dirompente. Ottima prestazione per Falaschi, oggi schierato opposto, ma anche per il solito Piccinetti e per Grassini, in grande spolvero.

LA GARA – E’ stata una fantastica partita sotto il punto di vista del carattere. La squadra non vuole retrocedere e l’ha dimostrato. Queste sono le gare che danno l’idea della temperatura dell’ambiente. Nel primo set è arrivata una vittoria 21-25, frutto anche della fortuna, visto l’infortunio del palleggiatore della squadra di casa. Ma nei successivi 2 set il Cus ha fatto davvero paura per la sua forza d’animo. Sul risultato di 24-20 per il Volley ’79 i gialloblu dell’Arca infatti sono riusciti a pareggiare prima sul 24-24 e poi a imporsi 26-28 chiudendo il set e portando il risultato sullo 0-2. Gli avversari però non si sono piegati e nel terzo set hanno giocato senza accusare il colpo, tanto che si è quasi ripetuta l’analoga situazione del secondo set, col risultato sul 24-22 per i padroni di casa. Anche qui l’Arca ha rimontato e portato il risultato nuovamente sul 26-28, chiudendo una partita sicuramente eroica.

CLASSIFICA – La classifica vede adesso l’Arca a 22 punti, fuori dalla zona retrocessione, con tre punti di vantaggio sul Grifo Volley Perugia e quattro sull’Interporto Orte. Per il prossimo turno è atteso in casa il Monini Spoleto PG, squadra al quarto posto in classifica, ma con un’Arca in queste condizioni psicofisiche tutte le avversarie devono avere paura.

VOLLEY ’79 CIVITANOVA – L’ARCA CUS PISA 0-3
Parziali: 21-25, 26-28, 26-28
Rosa L’Arca Cus Pisa: Croatti, Falaschi, Pantani, Ridolfi, Piccinetti, Coletti. Grassini (l). Trullo, Lorenzetti, Lucrezia, Berberi. All. Grassini

By