L’ambasciatore del Myanmar : “Pisa simbolo dell’Italia nel mondo”

PISA – Tour pisano per l’ambasciatore della Repubblica del Myanmar (Ex Birmania). L’ambasciatore in Italia H.E. Mynt Naung, a Pisa in visita non ufficiale, ha trascorso la mattinata di martedì visitando i monumenti di piazza del Duomo, accompagnato da una delegazione composta da collaboratori e familiari.

image

L’invito a visitare Pisa è giunto grazie all’interessamento dell’imprenditore pisano Luca Falorni, titolare dell’aziende di import export StudioSport e Informal Italy, nonché consigliere del gruppo di ConfInternazionalizzazione ConfcommercioPisa. Gli affari tra l’Italia e il Myanmar, stato dell’Asia Orientale che si affaccia sul golfo del Bengala, secondo lo stesso ambasciatore, sono in costante crescita: “Per il 2014 parliamo di 100 milioni di dollari. Dall’Italia importiamo in prevalenza macchinari, prodotti farmaceutici, automobili, energia, articoli sportivi, ricambi per aeromobili, mobili, prodotti in cuoio ed elettrodomostici. Esportiamo in Italia abbigliamento, materie prime, riso e altri prodotti agricoli”. H.E. Mynt Naung, amante dell’architettura e del vino toscano, riconosce la Torre di Pisa “come uno dei simboli per eccellenza dell’Italia nel mondo e una tappa ineludibile per ogni turista”. Prima di ripartire, l’ambasciatore ha incontrato alcune imprese del territorio, invitandole alla grande fiera riservata alle azienda italiane, che si svolgerà il prossimo ottobre proprio in Myanmar. Ha ringraziato l’ambasciatore per la disponibilità dimostrata Antonio Spinello, presidente di ConfInternazionalizzazione ConfcommercioPisa: “Grazie per la possibilità che ci è stata offerta. Speriamo che sia un primo passo per una nuova e più stretta collaborazione tra i nostri due paesi. Ringraziamo l’Opera della Primaziale per l’accoglienza riservata al nostro ospite”.

You may also like

By