La SuperCar Evantra 771 sbarca a Pisa. L’eccellenza pisana presentata agli Arsenali Repubblicani

PISA – In uno splendido scenario costituito dagli Arsenali Repubblicani di Piazza della Terzanaia, a Pisa, con il conforto di un pomeriggio soleggiato tipico del clima primaverile di questo periodo, è stata presentata al pubblico, domenica 12 marzo 2017, l’ultimo modello della “Super Car” Evantra 771, prodotta dalla “Mazzanti Automobili Srl” di Pontedera.            

di Giovanni Manenti

Guarda le foto della nuova Evantra 771

Guarda la video intervista a Niccolò Englaro 

Giustamente orgoglioso di tale prodotto, ne parla Niccolò Englaro, Responsabile Pubbliche Relazioni e Sviluppo strategie di Marketing della “Mazzanti Automobili”, il quale tiene ad evidenziare come ….”si tratti di una macchina molto particolare, fortemente voluto da Luca Mazzanti, titolare della “Mazzanti Automobili”, dove si producono solamente ipercar e supercar artigianali, in non più di cinque/sei esemplari l’anno; tutte le autovetture sono costruite interamente a mano, altamente customizzate per ciascuno dei nostri collezionisti che vuole un’auto su misura, quindi differente da ogni altro esemplare ad alte prestazioni presente oggi sul mercato, e quindi rappresentiamo una nicchia totalmente “made in Italy” in questo settore del “super lusso”. “Per quanto riguarda il nostro target di clientela”, prosegue Englaro, “va rilevato che “Mazzanti Automobili” è un marchio conosciuto in tutto il mondo, quindi abbiamo a che fare con collezionisti di automobili di ogni Paese, dall’Europa stessa al medio ed estremo Oriente, quindi Asia, Cina, Giappone e ci stiamo affacciando anche sugli Stati Uniti, che è un mercato un po’ più complicato a causa di normative molto diverse da quelle europee; il collezionista che cerca un’autovettura prodotta dalla “Mazzanti Automobili” vuole qualcosa di più dal mondo delle automobili, e quindi un prodotto costruito su misura, curato nel dettaglio come non ce ne saranno altri, una sorta di “gioiello” personale da custodire in un museo”. “Per ciò che concerne il costo”, conclude Englaro, “ogni autovettura ha ovviamente un proprio prezzo stante, come detto, l’unicità dell’esemplare e varia a seconda dell’allestimento sulla base dei dettagli richiesti, comunque, ad esempio, il modello esposto quest’oggi agli Arsenali Repubblicani ha un valore di circa 800mila €uro” …

Per quanto, viceversa, riguarda l’organizzazione dell’iniziativa, la parola passa a Nicola Gauceri di “Arte Moda Italia”, che precisa come sia loro scopo ….”scegliere sempre contesti storici e culturali per la promozione dell’alto Artigianato, ed in questo caso abbiamo sposato l’idea della “Mazzanti Automobili”, che peraltro è un’azienda produttrice toscana, di Pontedera per la precisione, ed abbiamo suggellato questo connubio in un luogo come gli Arsenali Repubblicani di Pisa veramente eccezionale, portando le nostre ragazze che abbiamo appositamente vestito e truccato con i nostri partner, con l’abito realizzato da una stilista russa e l’acconciatura dalla “Rinaldelli Modisteria 1930” fatto su misura proprio con i colori giallo ed azzurro della autovettura in esposizione, il tutto in un quadro di insieme tra l’alto artigianato e la storia, in quanto il nostro marchio “Arte Moda Italia” è un luxury brand che si prefigge di creare sempre più una liaison tra la parte storica dell’Italia, tutt’altro che carente, e le eccellenze dei settori manifatturieri del nostro Paese”.

Chiaro che per la quasi totalità delle persone, certi “gioielli” costituiscono un sogno irrealizzabile, ma almeno il gusto di averne ammirato un esemplare dal vivo, coloro che hanno presenziato questo pomeriggio all’evento se lo sono potuti togliere.

By