La sicurezza è importante. Le richieste del consigliere Garzella

Pisa –  Il consigliere comunale Giovanni Garzella, interpella il sig. Sindaco per conoscere i risvolti sulla situazione antisismica degli edifici comunali ed in particolare delle scuole.Il nostro Paese è soggetto spesso a scosse dovute al terremoto, le quali causano polemiche e inchieste della Magistratura per edifici pubblici crollati aventi tutte le certificazioni antisismiche o comunque ma dichiarati inagibili per assenza di tali certificazione. La nota dolente è che spesso son coinvolte mortalmente delle persone.
Il consigliere si fa portravoce dell’esigenza di sicurezza, chiedendo da tempo la certificazione e le informazioni anche attraverso altri atti ispettivi  che non risultano trasparenti e ultimative.
Ha, dunque, presentato questo atto ispettivo per fare chiarezza su ogni edificio di proprietà Comunale.
Ed in particolare chiede:

1-      Se gli edifici pubblici di proprietà comunale hanno il certificato di relazione geologica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
2-      Se gli edifici pubblici di proprietà comunale hanno il certificato di relazione geotecnica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
3-      Se gli edifici pubblici di proprietà comunale hanno il certificato di agibilità statica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato
4-      Se le scuole di proprietà comunale hanno il certificato di agibilità statica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato
5-      Se le scuole di proprietà comunale hanno il certificato di relazione geotecnica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
6-      Se le scuole di proprietà comunale hanno il certificato di relazione geologica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
7-      Se gli edifici  in affitto dal comune  hanno il certificato di relazione geologica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
8-      Se gli edifici in affitto dal comune  hanno il certificato di relazione geotecnica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
9-      Se gli edifici in affitto dal comune  hanno il certificato di agibilità statica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato
10-     Se le scuole presenti in edifici in affitto dal comune  hanno il certificato di agibilità statica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato
11-     Se le scuole presenti in edifici in affitto dal comune  hanno il certificato di relazione geotecnica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
12-     Se le scuole presenti in edifici in affitto dal comune  hanno il certificato di relazione geologica e chi eventualmente non la possiede: si chiede l’elenco dettagliato.
13-     Chi sono i responsabili del servizio prevenzione e protezione edificio per edificio.
14-     Se le prove di evacuazione tengono conto delle certificazioni sopra menzionate.
15-     Se i Dirigenti Comunali e scolastici sono informati della situazione degli edifici nei quali il personale afferente lavora.
16-     Se i dipendenti sono stati messi a conoscenza di eventuali potenziali rischi.
17-     Quali pareri sono stati richiesti al Comando dei Vigili del Fuoco e quali eventuali restrizioni hanno emesso.
18-     Se esistono ordinanza del Comando dei Vigili del Fuoco afferenti ad edifici pubblici e/o di uso pubblico.
19-     Se aree di “punto di raccolta” esterna in caso di evacuazione sono usate  a parcheggi auto e se si se vi è l’autorizzazione del Piano di Sicurezza.
20-     Se le vie di fuga sono libere e apribili, ed eventualmente ogni quanto vengono verificate nella loro efficienza.
21-     Se i sistemi antincendio sono verificati costantemente e chi ne è il responsabile.
22-     Quali altre normative sulla sicurezza non sono eventualmente verificate.

Certo che da oggi tutti i cittadini, studenti, genitori e dipendenti saranno informati sui loro eventuali rischi saluto cordialmente.

By