“Italiano come integrazione”: il corso che favorisce l’integrazione

Pisa – Al via il corso “Italiano come integrazione” per insegnanti e formatori volontari d’italiano verso i cittadini immigrati. Le lezioni inizieranno sabato 4 marzo e proseguiranno fino al 13 maggio per un totale di 13 incontri a cadenza settimanale.

L’iniziativa, finanziata dal Cesvot, si rivolge a formatori e insegnanti volontari d’italiano a cittadini immigrati organizzato dal Centro italiano femminile (Cif) di Pisa e dalle associazioni “Controluce” e “El Comedor Estudiantil Giordano Liva” in collaborazione con la SdS della Zona Pisana, Associazione “Sante Malatesta”, Cif di Calci, e cooperativa Paim.

Gli organizzatori esplicano la finalità: “L’obiettivo è quello di formare i volontari sulle nuove metodologie di glottodidattica per l’insegnamento dell’italiano ad adulti immigrati, con particolare riferimento alle problematiche connesse con l’analfabetismo”.

Il corso è gratuito e aperto fino ad un massimo di 25 allievi. Per iscriversi c’è tempo fino a domenica 26 febbraio.

Chiunque fosse interessato potrà mandare una mail a cifcompisa@gmail.com.

La presidente della SdS della Zona Pisana Sandra Capuzzi  sostiene: “E’ un’altra tessera importante di quel mosaico d’interventi finalizzati all’accoglienza dei cittadini stranieri che abbiamo messo in campo da tempo sul nostro territorio: l’integrazione, infatti, non s’improvvisa ma necessita di un supporto di competenze specifiche importantissime anche per i volontari, specie quelli impegnati in un compito non semplice come l’insegnamento della lingua”.

By