In Consiglio Comunale, la Cittadella Aereoportuale e il people mover

PISA – Dopo alcune interrogazioni – come quella del consigliere Armando Paolicchi (SEL) “a quando la regolarizzazione castale dell’area condominiale richiesta dagli abitanti del condominio di via Pungilupo 37?” e della consigliera Valeria Antoni (M5S) “per un concorso pubblico del Comune, è stato corretto il compenso per i membri della commissione? è stata corretta la procedura di assunzione?” stemma comune di pisaEd interpellanze – come quelle del consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL) sulla chiesa di Via della Qualconia, “nell’ultimo anno chi aveva le chiavi?”, o quella, sempre di Garzella, sulle pagine facebook delle manifestazioni storiche pisane “sono un organo ufficiale del Comune?” e, infine, come quella del consigliere Ciccio Auletta (unacittàincomuen-prc) “sono stati pagati gli straordinari ai dipendenti per il giugno pisano?” – il Consiglio Comunale nella seduta di domani, giovedì 13 marzo (dalle 15, sala Regia del Comune) discuterà della cosiddetta variante anticipatrice al piano strutturale, cioè l’atto che dà l’avvio alla discussione per la futura cittadella aereoportuale e del cosiddetto people mover cioè del sistema di collegamento tra l’aeroporto e la stazione ferroviaria di Pisa Centrale la cui proposta di delibera ha ricevuto il via libera proprio questa mattina dalla Commissione Urbanistica del Comune.  Hanno votato a favore i consiglieri Patrizia Bongiovanni (PD), Andrea Ferrante (PD), Sandro Gallo (PD),Giuseppe Ventura (In lista per Pisa) e Odorico Di Stefano (Riformisti). Contrari, Raffaele Latrofa (Noiadessopis@), Marco Ricci (unacittàincomune-prc) e Valeria Antoni (M5S). “Il via definitivo al People Mover e alla Variante Anticipatrice al piano strutturale per nuove funzionalità pubbliche e strutture di servizio complementari all’Aeroporto Galilei di alcuni giorni fa– ha così commentato il consigliere Juri Dell’Omodarem(PD), che è anche presidente della Commissione Urbanistica del Comune (vedi foto allegata)– costituiscono scelte strategiche che dimostrano come la città può sfruttare al meglio le sue grandi potenzialità per un settore strategico come il turismo congressuale, che fino ad oggi sono state inespresse a causa di un limite strutturale.  Nello stesso tempo occorre, come è stato inserito nelle prescrizioni, intervenire al meglio con opere di mitigazioni per i quartieri di San Giusto e di San Marco per risolvere le problematiche presenti, riguardo alla sicurezza idraulica, alla viabilità di attraversamento del quartiere e la pianificazione di nuovi spazi a verde. La localizzazione della Cittadella Aereoportuale vicina all’aeroporto – ha poi aggiunto l’esponente del PD – è una scelta strategica perché l’area è facilmente raggiungibile con tutti i mezzi di trasporto senza incidere sul traffico di attraversamento del centro e dei quartieri: è vicina all’aeroporto, da lì si può raggiungere il centro cittadino pochi minuti grazie al People Mover, ed è collegata con le principali reti viarie (FiPiLi e autostrada). Grazie al via definitivo del People Mover saranno inoltre realizzate – conclude Dell’Omodarme – opere importanti di riqualificazione del quartiere: 3 nuove rotatorie, nuovi marciapiedi, piste ciclabili e prolungamento di via di goletta”. Infine, grazie ad una mozione presentata dai consiglieri Ciccio Auletta e Marco Ricci (unacittàinComune-prc), Giovanni Garzella e Mirella Bronzini (FI-PDL) Valeria Antoni, Elisabetta Zuccaro e Gianfranco Mannini (M5S) e da Simonetta Ghezzani (SEL) –  il Consiglio Comunale discuterà anche della vicenda dei senza fissa dimora del Pronto soccorso (dopo una rissa, sono stati collocate delle strutture apposite). Si ricorda che le sedute del  Consiglio Comunale sono pubbliche e che è possibile seguirle anche in diretta audio dal sito del Comune di Pisa www.comune.pisa.it/it/sedute-consiglio/4086/Diretta-audio-streaming-del-Consiglio-Comunale.html  oppure su Smartphone e Tablet con sistema operativo Android. (E’ necessario cliccare sull’icona Play store del proprio Smartphone o  Tablet e scaricare l’applicazione gratuita “Adobe Flash Player”).

 

By