Il punto di Luca Guiducci: il tris è calato, il Lupo abbattuto, adesso avanti senza paura

PISA – Questa volta ad ammansire il lupo eugubino non ci ha pensato San Francesco ma gli uomini di Mister Cozza che con il minimo sforzo portano a casa tre punti importantissimi nella corsa al miglior piazzamento per disputare i play-off.

Il Pisa si fa subito pericoloso all’8’quando Napoli su cross di Cia manda alto di testa. Al 22′ invece e’ Arma che non riesce a impattare sulla palla dopo un cross di Rocco Sabato. Ma e’ al 28′ che la partita ha la sua chiave di svolta; Malaccari trattiene fallosamente Cia e l’arbitro decreta la massima punizione che il solito Rachid Arma trasforma tra il tripudio dell’Arena Garibaldi. E’ sul finire del primo tempo che il Pisa ha la possibilita’ di raddoppiare. Sabato serve con un rasoterra Cia che batte a colpo sicuro ma Pisseri riesce a deviare. Al 30′ esce Mingazzini per infortunio e viene rilevato da Sampietro.

Nel secondo tempo la partita rallenta i ritmi con le due squadre che si fronteggiano a centrocampo. Squadra Umbra che cerca di premere per arrivare al pareggio ma e’ il Pisa che ha i guizzi piu’ interessanti che vengono prontamente smorzati dagli egubini ricorrendo al fallo. Ed e’ in uno di questi che al 20 ‘ viene espulso Radi ultimo uomo su Napoli lanciato a rete. Mister Roselli corre ai ripari sostituendo dapprima Luparini per Tartagla e poi Giuliacci per Boisfer, rispettivamente al 22′ e al 25′. Malgrado l’inferiorità numerica e’ il Pisa a soffrire nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

Intanto al 31′ anche Sabato si infortuna e prende il suo posto Kosnic. Questo forse e’ il miglior momento per il Gubbio che al 40′ fa scorrere i brividi nella schiena dei Pisani quando un colpo di testa di Malaccari va di poco a lato della porta difesa da Provedel che difatto non si e’ mai trovato nella partita odierna impegnato in grandi parate.

La partita si conclude con i giocatori nero-azzurri che si abbracciano e festeggiano la terza vittoria consecutiva. Partita non sicuramente ai massimi livelli come quella vista contro il Perugia ma che ha saputo fornire degli spunti interessanti sotto il punto di vista individuale. Un Napoli in continua crescita, sempre in cerca della palla e che mette in difficolta’ l’avversario con i suoi guizzi; bravissimo nel rubar palla. Stesso giudizio positivo su un Cia sempre piu’ in partita e che meriterebbe un gol per la sua completa riabilitazione dopo un girone di andata un po’ in ombra.

Continua quindi la cavalcata del Pisa agli ordini di Mister Francesco Cozza che sta dando sempre piu’ convinzione e personalita’ ad una squadra che soltanto poche settimane fa sembrava persa. Convinzione, consapevolezza di essere competitivi e un pizzico di fortuna potranno essere determinanti per i punti che dovremmo conquistarci con le unghie e con i denti in ogni partita. Questo a cominciare da domenica prossima ad Ascoli, squadra e stadio storicamente ostile nei confronti dei nero-azzurri. E’ iniziata quindi la corsa finale. E se stasera abbiamo addomesticato un lupo da domani possiamo contare sulla nostra consapevolezza senza aver paura di nessuno.

SOTTO LA FESTA DELLA SQUADRA SOTTO LA NORD A FINE GARA (foto pisanews.net)

20140302-193323.jpg

By