Il prossimo avversario. Dopo la sconfitta di Aprilia squadra contestata, ambiente rovente e alle viste un cambio societario

PISA – Sarà una trasferta tutt’altro che facile quella del Pisa sul campo della Robur Siena reduce dal pesante 0-3 subito sul campo della Lupa Roma, penultima in classifica.

Al rientro in Toscana il pullman della formazione bianconera è stato assalito dai tifosi inferociti dopo la sconfitta in terra laziale, che ha visto il lancio di uova, offese ai giocatori che hanno avuto un confronto con un gruppetto di tifosi fino alle ore 22, che hanno invitato la squadra a cambiare marcia già dal prossimo impegno.

Ma oltre a questo arrivano anche le dichiarazioni di fuoco del presidente bianconero Antonio Ponte ad AntennaRadioEsse subito dopo il match contro la Lupa Roma. “Non si può continuare così, domani incontrerò la squadra, manca lo spirito, qualcosa non va più e non credo che il problema sia quello dell’allenatore. Sarebbe assurdo cambiare l’allenatore. Se dovessi andare a guardare cambierei tutti dal primo all’ultimo perché sembra che tutti aspettino la fine del campionato. L’unico a salvarsi è stato Opiela, servirebbe che anche gli altri giocassero come fa lui. Meno male che arriva una squadra di blasone, noi giochiamo sicuramente meglio con le grosse squadre. Il 30 Marzo potrebbe essere la data del passaggio societario, tutto doveva essere fatto il 30 giugno, ma si può anticipare, serve una condivisione”.

Dopo la sconfitta contro la Lupa Roma ha parlato anche il direttore sportivo ed ex allenatore del Pisa ai tempi di Romeo Giuseppe Materazzi: “A fine anno toglierò il disturbo, la nuova società ha già i suoi uomini. Abbiamo giocato un buon girone di andata alimentando speranze e illusioni ma adesso stiamo buttando via tutto. Questo mi dispiace”.

By