Il Pontedera torna a vincere dopo oltre due mesi al “Mannucci”: 2-1 alla Pro Piacenza

PONTEDERA – Dopo due mesi di digiuno il Pontedera torna a vincere al “Mannucci” e lo fa sconfiggendo per 2-1 la Pro Piacenza con i gol di Luperini e De Cenco giocando anche l’ultima parte in dieci uomini.

pontedera

L’ultimo successo interno risale al 14 Febbraio contro la Lucchese. Anche per gli emiliani il periodo non è dei migliori con 4 sconfitte negli ultimi 5 incontri. Scarsissimo, come prevedibile il pubblico presente al Mannucci per una partita poco significativa per i granata. Il primo tentativo è con De Cenco che stacca bene ma la sua incornata è alta su una punizione dalla destra. Al 17’ inatteso vantaggio granata che rompe gli equilibri di una gara sin qui piuttosto noiosa. Deviazione maldestra del di un difensore ospite che regala il corner ai locali;dalla lunetta batte Bartolomei per la perfetta girata aerea di Luperini che schiaccia nell’angolo opposto,immobile l’estremo difensore ospite. Per Luperini è la quinta rete stagionale. Al 22’ il primo intervento a terra di Cardelli su tiro smorzato di Bini. Bella combinazione Cesaretti-De Cenco ma il centravanti si attarda troppo in area e ottiene solo un angolo. Poco prima della mezz’ora conclusione di destro da parte di Cesaretti a lato. Grande azione personale di Alessandro che fa uno slalom saltando un paio di avversari e servendo a Matteassi che all’altezza della lunetta non lascia scampo a Cardelli,piazzando il pallone nell’angolo con il piatto. Al 36’ ammonizione per Bader. Nuova insidia portata da Matteassi che prende in controtempo la difesa granata ma il suo passaggio radente non viene raccolto dai compagni. Sul corner successivo un rimpallo, dopo un’uscita errata di Cardelli si dirige verso la porta sguarnita ma Madrigali salva tutto. Ci prova Cesaretti con una conclusione a giro ma il portiere emiliano blocca a terra. Bartolomei dopo un’incursione di De Cenco fermata dagli emiliani, calcia di prima intenzione ma c’è una deviazione. Stessa sorte nell’azione susseguente per Cesaretti, ed infine è per Madrigali che devia di testa il terzo corner consecutivo ma trova la respinta con i pugni dell’estremo difensore piacentino. Al 44’ De Cecco riporta in vantaggio i granata con un sinistro a giro nel sette durante una mischia. Subito dopo c’è il secondo cartellino per dopo un fallo su su Cesaretti. La prima frazione si chiude con un traversone ad effetto di Bartolomei che trova una deviazione ma il pallone sfiora il palo con il portiere immobile. La prima insidia della ripresa la crea Settembrini con una botta dalla distanza tesa ma centrale che sfiora la traversa a scendere.In questa ripresa,a differenza del primo tempo, il controllo della manovra sembra appannaggio degli ospiti con i ragazzi di Indiani che giocano di rimessa. Luperini riceve la prima ammonizione della giornata per i granata. Ci prova Silva ma il colpo di testa termina fuori. Il primo avvicendamento è Caboni che prende il posto di Petrini per gli emiliani. Combinazione Settembrini De Cenco che si presenta solo davanti al n°1 ospite ma calcia rasoterra fuori, subendo anche un colpo.Secondo “giallo” per i ragazzi di Indiani che tocca a Settembrini. Pericolosa percussione ospite, decisiva l’intervento di Vettori in scivolata. Ennesima occasione per una ripartenza sprecata dai granata; De Cenco ruba palla ma dal limite, con la difesa sguarnita e il portiere fuori posizione calcia male e la sfera esce. Doppio cambio per la formazione emiliana entrano Schiavini e Giovio per Silva e Spaziale. Sulla punizione successiva pareggio annullato a Sanè di testa per un fallo di un compagno su Galli. Doppio giallo per Bartolomei e gara chiusa per il giocatore granata, quando comincia l’ultimo quarto d’ora di gara. Indiani è costretto a coprirsi e togli De Cenco per Lombardo. Cross per Matteassi che appoggia intelligentemente di testa ad un compagno in piena area, salvataggio decisivo di Ceciarini. Percussione di Galli che serve perfettamente Cesaretti ma il dieci di Indiani non riesce a concludere e si allarga troppo. Grande occasione al 82’ Cesaretti effettua un passaggio in profondità per Settembrini all’altezza della metà campo, la difesa sguarnita ospite permette al fantasista granata di presentarsi ai 20 metri solo davanti al numero uno piacentino, pallonetto toccato dal portiere e la sfera si spegne sul fondo. Libertazzi rileva uno stanco Cesaretti, applauditissimo dal pubblico del “Mannucci”. Per la Pro Piacenza undicesima sconfitta esterna,la compagine di Indiani torna a festeggiare tre punti in casa dopo oltre 2 mesi. Per i piacentini una brutta sconfitta aspettando il risultato del San Marino, rivale diretto nella lotta salvezza con i titani favoriti dai risultati negli scontri diretti con i ragazzi di mister Franzini.

By