Il Pontedera cala la cinquina, Ascoli tramortito (5-0). Doppio Pera, Pastore, Grassi e Arrighini

PONTEDERA – Reduce dalla pesante sconfitta di Lecce, il Pontedera riceve l’Ascoli rivitalizzata dal cambio di proprietà. Indiani schiera una formazione molto offensiva con l’attacco composto da Pera, Arrighini supportati da Grassi e Di Noia.

Assenze eccellenti Verruschi, Bartolomei e Gonnelli, oltre a Scicchitano. I granata partono subito forte con una tacco di Pera che libera Pastore ma il suo cross è errato. Dopo spunto di Arrighini sull’altra fascia ma il suo rasoterra arretrato è preda dei difensori ospiti. I locali insistono sulla fascia destra dove guadagnano il primo angolo dopo neanche 4 minuti. La prima conclusione è di Arrighini che spedisce alto di testa. Il primo pericolo ascolano è all’11′ quando Cipriani lavora un buon pallone servendo Giacomini il suo traversone insidioso viene respinto da Vettori che concede il primo corner ai marchigiani. Tra le file ospiti il più insidioso si dimostra Cipriani che si libera con estrema facilità degli avversari e punta spesso la porta;come avviene al quarto d’ora quando dopo aver saltato 2 granata si allunga eccessivamente la sfera e Ricci può intervenire.In ottima giornata è anche Arrighini che gode di una certa libertà.Al 20’ il preludio al goal Di Noia supera un avversario si incunea in area ma il suo rasoterra non è raccolto da nessuno. Neanche un minuto dopo arriva il vantaggio con la rete da pochi passi di Pera che raccoglie una respinta corta di Pazzagli su conclusione di Arrighini.I locali insistono e si procurano un corner dal quale nasce il raddoppio con un tiro a giro di Pastore susseguente al calcio d’angolo,sfruttando un retropassaggio di Grassi. Siamo al 22’ e i ragazzi di Indiani sono già sul 2 a 0. Il Pontedera fa girare bene la palla e dà l’impressione di poter controllare tranquillamente la gara di fronte ad un Ascoli che sembra smarrito dalla doppia rete subita. In agguato però ci sono le solite ingenuità difensive come al 31 quando Vettori e Ricci non si intendono,Cipriani cerca di inserirsi ma rimedia solo uno scontro con il portiere granata.Niente di grave e appena si riprende c’ è da registrare la prima ammonizione della gara subita da Scognamiglio per fallo su Pera. Combinazione Colomba Iotti con quest’ultimo che in piena area da posizone decentrata calcia di sinistro e Ricci tocca in corner. Sulla fascia destra il Pontedera riesce a penetrare con grande disinvoltura,mantenendo costantemente in mano la gara. Cipriani però è un pericolo costante su un cross deviato sposta Pezzi di forza e si presenta davanti a Ricci, la sua conclusione botta sicura è deviata da un provvidenziale Vettori quel tanto che basta perché caraboli oltre la traversa. Pera in grande giornata sembra poter fare il bello e il cattivo tempo.Il terzo gol è nell’aria spunto sull’ennesima ripartenza spunto e rasoterra invitante di Settembrini per Arrighini che stoppa in corsa saltando un uomo e conclude a botta sicura per la terza rete.Due minuti di recupero e fine della prima frazione.

Ad inizio ripresa Tripoli esce per far spazio a Ruzzier. Ma dopo nemmeno un minuto Caponi si proietta in area e suggerisce per l’accorrente Arrighini che cade in area atterrato da Scognamillo. L’arbitro indica il dischetto e Grassi si incarica di trasformare per il 4 a 0.L’Ascoli ha una reazione con Cipriani che si porta a spasso mezza difesa ma non trova il tempo per la conclusione,la sfera arriva a Ruzzier che in girata sfiora la traversa a Ricci battuto. Lo stesso giocatore marchigiano appena subentrato a Tripoli viene sanzionato con il “giallo” per intervento su Di Noia. L’ennesimo spunto di Pera che lanciato da Caponi si invola verso l’area e al momento decisivi il suo destro diventa un inutile tiro-cross che si spegne a lato. L’Ascoli al 56’ usufruisce inaspettatamente di un penalty per fallo di Pastore poi ammonito. Cipriani calcia sulla destra in modo debole e Ricci in 2 tempi blocca.Altra occasione per l’Ascoli un minuto dopo con Colomba che sfiora il palo su una punizione guadagnata dal solito Cipriani, ma Ricci sembrava sulla sfera.Al 16’brutto intervento di Di Noia su Ruzzier e inevitabile “giallo”. Destro di Giacomini e Ricci resinge in angolo a mani aperte.Sostituzione nelle file granata al 21 esce Di Noia per far posto Luperini. Gol bellissimo al 24’ progressione di Arrighni che si guarda attorno accelera e sul vertice destro dell’area serve in mezzo per Pera che di tacco infila Pazzagli per il 5 a 0. Salvataggio sulla linea in mischia conseguente corner di Arrighini.Ormai i ragazzi di Indiani giocano completamente in scioltezza e manovrano sul velluto;Luperini và sul fondo e mette in mezzo per Grassi ma lo spiovente è leggermente alto. La gara non ha più senso e gli ospiti tentano di farsi minacciosi con le punizioni dalla distanza.Indiani regala la standing ovation per Pera che fa posto a Picone. Il match finisce così;grande vittoria per il Pontedera che fa morale e consente ai granata di mantenere un discreto rendimento interno.Al “Mannucci”infatti nel girone di ritorno sinora i ragazzi di Indiani hanno collezionato 3 pareggi e altrettante vittorie attendendo per le ultime giornate 2 compagini come Barletta e Gubbio assolutamente alla portata dei granata. Molto difficile invece sarà fare punti fuori nelle toste trasferte di Perugia e L’Aquila. Oggi tutti sopra le righe ma una citazione particolare merita Pera che dopo aver segnato a Prato realizza una determinante doppietta alla sua seconda gara da titolare al “Mannucci”. Il nuovo tridente composto da lui Grassi e Arrighini per Indiani è indubbiamente un’arma in più.

SOTTO MANUEL PERA CHE HA REALIZZATO UNA DOPPIETTA SI PRENDE L’OVAZIONE ALLA SUA USCITA DAL CAMPO. ANCORA SOTTO GLI STOICI SOSTENITORI DELL’ASCOLI GIUNTI A PONTEDERA E IL RIGORE FALLITO DA CIPRIANI (ASCOLI) (foto pisanews.net)

20140323-191234.jpg

20140323-191355.jpg

20140323-194159.jpg

By