Il palazzo “I Trovatelli” la soluzione per i commercianti del Duomo

PISA – “I Trovatelli”, il palazzo di proprietà dell’Auop che si affaccia su piazza dei Miracoli è, per l’assessore Davide Gay, “la soluzione auspicabile per i commercianti del Duomo”. Sembra dunque avviarsi a conclusione questa lunga vicenda e che – grazie ad un question time del consigliere Diego Petrucci(noiaedssopis@) – è ritornata in Consiglio Comunale di questo pomeriggio anche perché la stessa Aoup ha chiesto una proroga di 4 mesi per i lavori al Museo delle Sinopie.

20140930-205645.jpg

A far da cornice all’inizio di questo Consiglio Comunale, erano presenti, tra gli altri, anche proprio un folto gruppo di commercianti del Duomo (vedi foto allegata). Sempre su questa questione, infine, sono anche intervenuti i consigliereGiovanni Garzella (FI-PDL), “dalla mostra di Igor Mitoraj, prevista fino al 2015, si deduce che l’Auop sapeva della proroga” e il consigliere Raffaele Latrofa (NCD), “i commercianti di piazza del Duomo devono poter intervenire ai lavori delle Commissioni del Consiglio Comunale”. Successivamente – e dopo alcune interpellanze come quella, ad esempio, della consigliera Elisabetta Zuccaro (M5S) sull’ufficio Anagrafe del Comune, “nonostante alcune carenza, c’è un buon grado di soddisfazione dell’utenza” – così gli ha risposto l’assessore Federico Eligi – o come quella sul people mover del consigliere Gino Logli (FI-PDL), il Consiglio Comunale, infine, ha approvato, dopo una breve relazione dell’assessore Andrea Serfogli, alcuni importanti atti in materia di bilancio come il riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio e soprattutto la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e variazioni di Bilancio per la salvaguardia degli equilibri finanziari dell’esercizio 2014 che consentirà al Comune di Pisa di predisporre gli strumenti per poter votare il nuovo bilancio di previsione 2015 nei tempi e nei modi previsti dalla legge.

Fonte: Ufficio Stampa Consiglio Comunale

You may also like

By