Hockey, A2M: CUS Pisa espugna il campo del Pistoia nel derby toscano

HC PISTOIA – CUS PISA 0-1
CUS Pisa: Belli (P); Galligani, Araoz, Khairy; Giorgi (C), Pedreschi, Gazzola, Colella; Fiorentini, Zoppi, Russo. Entrati anche: Puglisi (P), Biancaniello. A disposizione: Demitri e Del Chicca. All. Miccoli
Marcatore: Biancaniello

Dopo un pareggio e una sconfitta contro le prime due della classe il CUS Pisa torna alla vittoria e lo fa sul difficilissimo campo di Pistoia aggiudicandosi l’ennesimo derby toscano dell’Hhockey.

PRIMO TEMPO – La formazione è quasi obbligata per coach Miccoli, le assenze per infortunio invece di diminuire aumentano e il reparto che ne soffre di più è l’attacco. La difesa invece c’è ed è ben supportata dal centrocampo. Che il match sia duro sotto tutti i punti di vista è fuor di dubbio: il campo è pesante, gli avversari sono i cugini pistoiesi e tutte e due le squadre hanno bisogno di punti. I primi scampoli di partita non regalano emozioni, le condizioni pesanti del campo impediscono qualsiasi giocata al di fuori di scoop o palle lunghe negli spazi. Ma il Cus ci prova comunque, dopo qualche sfuriata arancione i gialloblu tentano di prendere possesso del centrocampo sfruttando le proprie abilità tecniche e avvicinandosi sempre di più all’area avversaria. A metà del primo tempo arriva il gol partita: capitan Giorgi spedisce in area una pallina dalla 3 quarti, Zoppi è abilissimo a stoppare al volo ed eludere gli accorrenti difensori per poi indirizzare a rete, trovando però l’eccellente risposta dell’estremo difensore pistoiese Musto che nulla può sul seguente tap-in di Biancaniello. Ora il Cus prova a tenere palla, ma viste le insidie riservate dal terreno di gioco l’unica soluzione sembra quella di tenere la pallina più lontana possibile dall’area di difesa. Si va così al riposo.

SECONDO TEMPO – Ripartono forte i cussini che nella prima metà della seconda frazione sfiorano più volte il raddoppio conquistando anche numerosi corner corti, che l’irregolarità della superficie di gioco rende difficili da sfruttare. La partita si innervosisce e la coppia arbitrale (che oggi non ha accontentato nessuno) comincia ad estrarre cartellini, impoverendo ancor di più la partita. I gialloblu non possono far altro che provare ancora una volta a tenersi lontani dalla propria area e sperare in un rimbalzo fortunoso per chiudere i conti, ma sono i pistoiesi ad avere le ultime occasioni del match prima con Cioni che spara a lato e poi con Mascia che spreca su corner corto.

COMMENTO – Finisce così una partita brutta da vedere e da giocare, fatta principalmente di palle sparate avanti per evitare che il campo giocasse brutti scherzi. Il CUS dista ancora 5 lunghezze dalla seconda piazza utile per i playoff, ma la speranza è l’ultima a morire.

By