Giuseppe Greco,doppio ex in esclusiva a Pisanews: “Spero che il Pisa porti a casa i tre punti. A Grosseto non sono stati sei mesi felicissimi”

PISA – Mentre il Pisa è già partito per la Maremma, dove nell’anticipo affronterà il Grosseto del Presidente Camilli Pisanews ha contattato un altro ex nerazzurro, attaccante del Pisa nell’ultima stagione di serie B 2008/2009, prima del fallimento, collezionando 24 presenze e realizzando 10 gol. L’anno seguente andò nel Grosseto dove giocò 13 partite, segnando una sola rete. Stiamo parlando di Giuseppe Greco

Il “Lupo” come veniva soprannominato aprì le danze nella vittoria del derby contro il Livorno all’Arena per 2-1. E’ nato a Palermo il 6 agosto 1983, è alto cm.1,82 per 75 kg ed attualmente milita nella Pro Vercelli, seconda in classifica dietro l’Entella Chiavari nel girone A di Lega Pro di Prima Divisione.

Giuseppe, bentornato a Pisanews e grazie di aver accettato di farti intervistare dal nostro sito. Iniziamo col parlare della tua stagione alla Pro Vercelli: come sta andando?

“Direi che è una stagione positiva, siamo secondi in classifica dietro L’Entella Chiavari ed abbiamo perso alcuni punti per strada. Abbiamo fatto troppi pareggi, potevamo fare di più ed arrivare primi. E’un campionato difficile, ma nulla è ancora compromesso e cerchiamo di concentrarci sui playoff”.

Nel girone A di Lega Pro di Prima Divisione, quali sono le squadre avvantaggiate per il successo finale?

“In questo girone, l’Entella è prima con 9 punti di vantaggio ed è sicuramente la favorita anche se tutto può succedere. Riguardo ai playoff sono una lotteria, ci sono squadre attrezzate come noi, la Cremonese, il Venezia e il Vicenza. Poi ci possono essere squadre meno attrezzate, che pero’ nel periodo dei playoff stanno bene in forma e possono avere la meglio su quelle piu forti. Ad esempio la Pro Vercelli, qualche hanno fa era sesta ed andò in B avendo la meglio su squadre piazzate meglio in classifica alla fine del campionato”

Venerdì Grosseto e Pisa si affronteranno allo “Zecchini” in un anticipo serale e tu sei un ex di entrambe le squadre: che gara sarà?

“Per quando riguarda il cuore al 99 per 100, spero che il Pisa porti a casa i tre punti. Nonostante la retrocessione a Pisa ho assaporato emozioni bellissim, tipo la vittoria nel derby con il Livorno per 2-1 anche se poi c’è stato quell’infortunio al tendine di Achille e’ stata a livello di esperienza una stagione importante”

Quindi ricordi bellissimi della piazza pisana?

“Certo, perchè Pisa è una piazza che in serie C è sprecata, una città dove per la maggior parte della gente il calcio e’ importante. Insomma una piazza calda che può fare la serie B ed oltre”.

Hai seguito il Pisa di quest’anno?

“Non tantissimo, ma ho saputo che è stato esonerato Pagliari ed è arrivato Cozza, che come giocatore ha alle spalle una carriera importante. Come allenatore è giovane e con buone idee. Inoltre conosco Rocco Sabato, con il quale ho giocato insieme nel Pavia ed è un terzino con buone doti calcistiche e che è un lusso per la serie C dove può fare la differenza”.

Quali ricordi hai riguardo al tuo periodo nel Grosseto?

“Per me non sono stati sei mesi felicissimi, non ho avuto il tempo di mettermi “a posto”, comunque è stata una parentesi della mia carriera”.

Dopo aver parlato del girone A di Prima Divisione diamo uno sguardo al girone B: un tuo parere…

“Secondo me è un girone molto piú combattuto di quello settentrionale. Il Frosinone ha la possibilità di andare in B direttamente senza passare dai playoff, mentre le altre squadre tipo Perugia e Lecce ed io metto anche la Salernitana sono avvantaggiate nella lotta playoff. Ad esempio se vai a giocare contro la Salernitana all’Arechi una sfida playoff con uno stadio con 15.000/20.000 spettatori puoi far fatica chiunque. Dunque anche nel girone B è tutto molto aperto”.

Stai pensando al futuro?

“Sono legato alla Pro Vercelli per altre due stagioni e vorrei raggiungere la serie B per giocarmi un altro campionato cadetto poi Vercelli è una piazza ed una società che se ne trovano poche anche a livello di serie B”

A conclusione di questa intervista, vuoi mandare un saluto ai tifosi pisani?

“Certo. Ricordo la Curva Nord il tifo e lo stadio pieno e li saluto con grande affetto, facendo loro un in bocca al lupo per questo finale di campionato”.

SOTTO GIUSEPPE GRECO (foto tratta da irpinianews.it)

20140320-224233.jpg

By