Francesco Cozza: “Ad Ascoli un incidente di percorso. Adesso pensiamo al Benevento per riprendere la marcia”

PISA – Alla ripresa degli allenamenti ha parlato il mister nerazzurro Francesco Cozza, tornado sulla sconfitta della sua squadra al “Del Duca” di Ascoli.

“La sconfitta ad Ascoli fa parte de calcio, quando non si vince si viene presi di mira dobbiamo andare avanti cercando di lavorare per vincere la gara di domenica contro il Benevento. Peccato perché avevamo iniziato bene con diverse azioni da gol non sfruttate, ma adesso non serve a niente rammaricarsi, bisogna andare avanti”.

“Abbiamo ripetuto gli errori fatti in passato con il Frosinone ed il Perugia. Ad Ascoli abbiamo pagato le uniche due disattenzioni. Con le espulsioni è stato fatto un danno alla squadra. In un periodo come questo dispiace”.

“Non so se il presidente era arrabbiato per la sconfitta perché io essendo squalificato non potevo accedere agli spogliatoi, ma quando si perde non si può essere contenti”.

“Oggi valuterò le condizioni di Favasuli e Crescenzi, riguardo a Rozzio riprenderà domani ad allenarsi. Domenica se il campo promette bene non escludo di poter far giocare Martella e Giovinco. Giovinco non l’ho messo in campo domenica perché a otto minuti dalla fine non è un giocatore da fischi e se non avesse fatto bene non sarebbe stato bene per lui. Forte? E’ il sostituto naturale di Arma”.

“Se mi si mette in discussione per una gara persa su sette incontri è finita, anche se nel calcio ci sta tutto”.

20140311-160025.jpg

By