Focus sul personaggio: Louise Parfait, un leone in mezzo al campo

PISA – Senza dubbio uno dei migliori, se non il migliore in campo tra i Nerazzurri questo pomeriggio. Il giovane centrocampista camerunense ha saputo mettere al servizio dei compagni di squadra una prestazione caratterizzata da grinta e corsa, risultando fondamentale quando il Pisa si è trovato a cercare di reggere l’urto di una reazione, per la verità piuttosto sterile, del Gubbio che specialmente nel finale, nonostante l’inferiorità numerica, ha cercato di riversarsi in avanti alla ricerca del gol del pareggio.

di Marco Scialpi

Louise Essenque Elomou Parfait nasce a Yaoundè in Camerun nell’estate del 1990, quella delle notti magiche di Italia ’90, nei giorni in cui le prodezze di Schillaci facevano sognare un intero paese. Muove i primi passi nel mondo del calcio in patria, prima di arrivare giovanissimo al Genoa, con la Primavera del Grifone vince la Coppa Italia nel 2009. L’esordio tra i professionisti arriva l’anno seguente, nella stagione 2009/2010 con la maglia del Piacenza in Serie B, dove colleziona 19 presenze. Seguono poi una stagione a Crotone ed una ad Ascoli, dove trova il primo, e per ora unico, gol in carriera. Nell’ estate del 2012 viene acquistato a titolo definitivo dal Cesena, sempre tra i cadetti, dove trova una buona continuità, mettendo insieme 20 presenze.

Arriva a Pisa nel gennaio di quest’anno, dopo aver trascorso la prima parte di stagione a  Lecce, con sole 7 presenze, data anche l’importanza e l’abbondanza di un organico di prim’ordine come quello salentino.

L’impatto con la realtà nerazzurra è subito positivo, in questi primi due mesi gioca regolarmente titolare, saltando solo la trasferta di Nocera per squalifica, approfittando anche degli acciacchi degli altri centrocampisti a disposizione di Mister Cozza. Esordisce nella partita casalinga con L’Aquila, su un campo pesantissimo ed allagato da una pioggia insistente che spesso quest’anno ha accompagnato le partite del  Pisa in casa, distinguendosi subito come uno dei più positivi.

Le sue caratteristiche principali sono senza dubbio il dinamismo ed una straripante forza fisica, fattori che lo portano ad essere un elemento importantissimo in fase di distruzione delle trame di gioco avversarie. Quando si tratta di costruire non è sempre lucidissimo e preciso, ma è comprensibile, poichè spesso, sfruttando le sue doti di gran corridore, si trova ad operare un vero e proprio pressing a tutto campo sugli avversari.

Il Pisa, oggi, pur avendo ottenuto tre punti preziosissimi, ha sofferto molto, specialmente nel secondo tempo, non tanto sul piano delle occasioni da gol subite, ma sul piano del gioco. Nonostante l’uomo in più dopo l’espulsione di Radi per fallo da ultimo uomo su Napoli, la manovra non è mai risultata fluida ed il risultato è rimasto in bilico fino all’ultimo. L’inferiorità numerica, invece di aver tagliato le gambe ad un Gubbio che fino a quel momento aveva combinato obiettivamente poco, ha avuto un effetto rivitalizzante e galvanizzante, con i ragazzi di Mister Roselli che hanno chiuso i propri dirimpettai nella propria metà campo, pur senza mai costringere Provedel a compiere una parata degna di tal nome.

Fondamentale è stato quindi l’apporto del mediano ex Lecce, trovatosi dopo l’uscita di Mingazzini ad essere di fatto l’unico incontrista di ruolo in mezzo campo. Ha giocato e lottato come un leone mostrando gran cuore e generosità, recuperando tantissimi palloni, raddoppiando la marcatura in aiuto al compagno in difficoltà e soprattutto, nel finale, contribuendo a non far abbassare troppo il baricentro della propria squadra, in evidente debito d’ossigeno.

Contrattualmente Parfait è in prestito secco alla società di Piazza della Stazione fino al prossimo 30 giugno. Mentre per quanto riguarda la nazionale, ha al suo attivo una prestigiosa partecipazione al Mondiale Under 20 nel 2009 in Egitto (in campo per tutte e tre le partite giocate dal Camerun), mentre nel 2011 è stato protagonista agli Afrikan Games in Mozambico con la rappresentativa Under 23.

LOUISE PARFAIT (FOTO: GABRIELE MASOTTI)
LOUISE PARFAIT (FOTO: GABRIELE MASOTTI)
By