Una fiaccolata per dire no. Diego Petrucci: “Questura, istituzioni e Prefettura devono cambiare le loro priorità”

PISA – Oltre 200 persone hanno partecipato in Via Dell’Omodarme nel quartiere di San Marco, alla fiaccolata organizzata dalla lista civica di Diego Petrucci “Noi Adesso Pisa”.

di Antonio Tognoli

Guarda le foto sulla pagina Facebook di PISANEWS

Guarda il video sulla pagina Facebook di PISANEWS

“Una fiaccola per dire no”, il titolo che calza a pennello con quello che è successo il 23 gennaio scorso quando la famiglia Morellato, Fabio e la moglie Monica sono stati vittime nella loro villa di via Dell’Omodarme di una rapina.

Noi Adesso Pisa ha voluto fortemente questa fiaccolata in Via dell’Omodarme, esordisce Diego Petrucci, insieme agli abitanti del quartiere abbiamo voluto compiere un gesto simbolico accompagnando di fatto la famiglia vittima qualche giorno fa di un aggressione che innalza il livello di criminalità nella nostra città. Li abbiamo accompagnati sotto il cancello di casa loro per fargli sentire la nostra vicinanza e lanciare un messaggio alle istituzioni di non abituarsi a questo tipo di cose perché l’abituarsi al degrado e alla delinquenza è la peggior cosa che possa succedere nella nostra città, già piena di problemi da risolvere“.

Petrucci rincara la dose: “Fra l’altro l’ultimo pezzo di strada di Via dell’Omodarme è priva di illuminazione questo espone ulteriormente gli abitanti della strada ad aggressioni come quelle che ci sono state qualche giorno fa“.

IL leader di Noi Adesso Pisa lancia un monito a Questura e Prefettura: “Devono cambiare priorità. Tutti noi pensiamo che i venditori abusivi e i parcheggiatori abusivi possano rappresentare un problema, ma non sono la priorità di questa città dal punto di vista della sicurezza. Sino altre le priorità che le istituzioni, la Questura e la Prefettura devono scegliere per raggiungere i loro obiettivi e migliorare la città“.

By