Nuovo esposto presentato alle Procure della Repubblica e Corte dei Conti

Pisa – Il CPATA e gli AdP hanno presentato un nuovo esposto alle Procure della Repubblica e della Corte dei Conti.

La denuncia presente nell’esposto in questione riguarda sia la fretta e l’approssimazione con cui è stata inserita nel PIT la variante della pista 12/ 30 di Peretola, tra l’altro bocciata dal TAR, sia le pressioni mediatiche esercitate sulla Commissione di Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA), che, con un rush finale, coincidente con l’ultimo comizio  referendario fiorentino dell’ex Premier, ha convocato in poche ore, la Sottocommissione di VIA e poi e l’Assemblea Plenaria, per esaminare, discutere, integrare, motivare e votare il Master Plan del nuovo aeroporto Vespucci, concludendo i lavori con un parere positivo di 216 pagine, di costose prescrizioni.

Tale parere è risultato opposto a quello emesso dai tecnici regionali che avevano qualificato il Master Plan come: “Critico incompatibile”.

Dopo ciò, è stato chiesto di verificare se dalla realizzazione del Pisamover e delle opere complementari, possano derivare danni alla collettività e se l’escussione delle penali e dei danni erariali, connessi alla vendita delle azioni inalienabili della Regione Toscana, che rompendo il Patto Parasociale, ha permesso al socio privato di acquisire la maggioranza azionaria di SAT, condizionando il successivo processo di fusione dei 2 aeroporti toscani, coinvolgendo così gli ex azionisti SAT, nelle problematiche del nuovo aeroporto fiorentino.

By