Due vittorie per le giovanili under 13 e 14 del CUS Pisa basket

PISA – Ecco il report settimanale delle sfide giovanili di basket del CUS Pisa.

Under 14: CUS Pisa – Pall. Lucca 64-21 
Parziali: 14-7; 23-3; 21-10; 6-1
CUS PISA: Panchetti 4, Russo 9, Mensuali, Chini 9, DelaCruz 6, Buoncristiani 16, Redini A. 13, Del Genovese 3, Marcon 4, Punzi. All. Puschi

La U14 (nati nel 2000) ha chiuso la prima fase del campionato in testa al proprio girone con 34 punti (17 vittorie e una sconfitta). Da lunedì comincia la seconda fase per accedere alla final four per il titolo regionale. Più ostica del previsto questa ultima partita della prima fase, complice il risultato dell’andata (+60) i locali affrontano la gara deconcentrati contro un’arrembante squadra ospite. Dopo 5 minuti sul 4-6 con 7 palle perse il coach locale richiama all’ordine i suoi, ma pur migliorando soprattutto in difesa, solo Buoncristiani e un volitivo Russo danno l’impressione di uscire dal letargo, all’intervallo lungo grazie al dominio sotto i tabelloni e a un preciso Redini A. dalla lunetta (5 su 8 per lui alla fine). La capolista è comunque avanti di 27. Il proseguo della partita narra solo dello strapotere locale che chiude sul 64-21

Under 13: Pall. Lucca – CUS Pisa 58-79 
Parziali: 13-19; 19-16; 9-29; 17-15
CUS PISA: Redini E, Mundo, Lazzeri 1, Bacci 2, Puglielli, Badessa 2, Mariotti 6, Redini M. 40, Di Sacco 18, Ciardelli 4, Gianni 2, Luperini 4. All. Puschi 

Ostica sfida a Lucca per il CUS Pisa. Al via parte il consueto dominio sotto canestro di Di Sacco che imperversa (10 dei 18 punti finali) mentre il solo Simonelli tenta di rispondergli, Redini M. cerca inutilmente gli altri compagni che appaiono smarriti e incerti sotto la pressione dello spumeggiante gioco avversario. Nel secondo tempino è Vumbaca a dare l’assalto al fortino ospite e dopo vari tentativi e al persistere dell’abulia dei compagni, con 2 su 16 nel tempino, è M. Redini che decide di caricarsi la squadra sulle spalle e permettere agli ospiti di andare al riposo lungo ancora in vantaggio di 3. Al rientro dagli spogliatoi i cussini appaiono leggermente più convinti lasciando comunque che Redini M. continui il suo show personale (8 su 11 nel tempino) che permette agli ospiti di raggiungere un rassicurante +23. Nell’ultimo tempino coach Puschi fa rifiatare i big, ma Del Chiaro costringe dopo poco (sul +16) a rimettere Redini M. e Di Sacco per poter chiudere in tranquillità la partita.

By