Continua in tv il botta e risposta Cozza – Battini. L’ex mister: “Nessuna promessa è stata mantenuta”. Battini: “E’ stato coccolato come un bambino”

PISA – Continua il botta e risposta tra l’ormai ex tecnico Ciccio Cozza e il presidente Carlo Battini. Il tutto era iniziato lunedì mattina sulla carta stampata ed è continuato all’interno della trasmissione televisiva “Ale’ Nerazzurri” in onda ieri sera su Telecentro 2 (canale 94 DT).

Dapprima è intervenuto Francesco Cozza che ha esternato tutto il suo dispiacere per l’esonero arrivato sabato mattina da parte del patron Carlo Battini: “Dopo sette risultati utili consecutivi conquistati sono stato messo in discussione dopo una sconfitta. A Grosseto abbiamo giocato male, ma senza sei-sette giocatori e qualcuno di quelli che sono scesi in campo non stavano bene. Non ci dimentichiamo che due mesi fa il maltempo non ci ha permesso di allenarci bene. Abbiamo fatto allenamento sul cemento. L’esonero non me l’aspettavo ma è arrivato. Dispiace avere lasciato a metà il lavoro in una piazza come Pisa. Comunque ringrazio il direttore e il presidente che mi hanno dato la possibilità di allenare in una squadra importante. Se avessi conosciuto meglio le problematiche del Pisa non avrei accettato l’incarico di allenatore. Sono state fatte promesse che non sono state mantenute. Non è arrivato nessuno di quei giocatori che io ho chiesto a gennaio”. Cozza poi rincara la dose: “Per raggiungere le vittorie ci vuole programmazione e permettere ad un allenatore di lavorare bene. Il Pisa al momento è nei play-off ma non può ambire più del settimo o dell’ottavo posto. Ci sono squadre più organizzate”. Cozza saluta i tifosi: “Voglio salutare i tifosi a cui non posso dire niente. Hanno sempre sostenuto e incoraggiato la squadra anche nei momenti più difficili”. Il tecnico ha fatto sapere che nella giornata di mercoledì scriverà una lettera dove farà tutte le sue considerazioni circa la sua esperienza in nerazzurro.

Alle parole di mister Cozza replica subito il presidente Carlo Battini che ha raggiunto telefonicamente gli studi di Telecentro 2: “Ho sentito da mister Cozza dire molte cose che mi amareggiano. Tutto questo perché non abbiamo inanellato delle vittorie che ci sarebbero servite per scalare la classifica. A Grosseto prima della partita mi aveva detto, Presidente stia tranquillo che noi andremo in serie B. Cozza e’ un ragazzo per bene che pero’ non può scaricare tutto sulla società perché non è vero assolutamente niente di tutto quello che lui ha detto. Ed e’ meglio che io mi fermi qui perché avrei tante cose da dire. E’ stato coccolato come un bambino da tutti: societa’, squadra e staff tecnico. Lui viene a dire che voleva un collaboratore, ma a me serviva un allenatore e io non gli avevo promesso proprio niente. Forse l’avrà fatto qualcun altro. E’ dal 20 Aprile che lui voleva venire a Pisa. Io non lo sapevo, l’ho saputo tramite una lettera che mi e’ arrivata. A Gennaio sono arrivati Parfait, Mannini e Crescenzi, (il presidente ha approfittato per fare un in bocca al lupo al difensore che purtroppo non potrà più essere della rosa nerazzurra da qui alla fine della stagione), ma Cozza voleva Arrighini che aveva visto giocare contro il Viareggio giovedì 29 gennaio a due giorni dalla fine del calcio mercato. Io gli dissi di non farci la bocca. Sulla società voglio dire una cosa: non e’ vero che vive di improvvisazione. Io programmo, in questa stagione ho speso molto di più dell’anno scorso. Nessuno ha parlato dei Led a bordo campo che in serie C non ha nessuno”. Battini parla anche del ruolo dell’allenatore precisando: “Il ruolo dell’allenatore è importante. Ad inizio anno la squadra è stata costruita da Pagliari, dal direttore e dal sottoscritto. Insieme abbiamo concordato il da farsi e l’abbiamo fatto in sintonia, poi purtroppo le cose non sono andate bene”. Il presidente fa una precisazione anche sul nuovo mister Leonardo Menichini e su una notizia apparsa sulla stampa locale: “Qualcuno ha scritto che prendendo Menichini ho risparmiato perché sta a Ponsacco? Non è vero, lui ha casa a Viterbo e alloggia proprio dove mister Cozza, al Tower Plaza, e mangia in un Osteria convenzionata con la nostra società. Al nuovo mister ho riservato lo stesso trattamento che ho avuto per Cozza”.

SOTTO LUCCHESI, COZZA, BATTINI e LA FIGLIA CARLA ALLA PRESENTAZIONE DEL MISTER CALABRESE IL 27 DICEMBRE SCORSO (foto pisanews.net)

20140325-011415.jpg

By