Confesercenti Toscana Nord e Pubblica Assistenza S.R.: intesa costante

La collaborazione tra Confesercenti Toscana Nord e la Pubblica Assistenza S.R. di Pisa continua attraverso una convenzione che vede coinvolte la Pages (la società di servizi dell’associazione di via Bargagna) ed il patronato Epasa Itaco di Confesercenti Pisa.

Una intesa che ha radici solide, come spiega Simone Romoli, responsabile area pisana di Confesercenti: “Con Pubblica Assistenza abbiamo un rapporto di collaborazione che dura da alcuni anni, era quindi logico pensare a qualcosa che migliorasse questa intesa. Ci siamo concentrati sui servizi che la nostra associazione, attraverso il patronato Epasa Itaco, ogni giorno offre a coloro che si rivolgono a Confesercenti. Servizi che potevano soddisfare anche le esigenze e le richieste dei tanti clienti della Pubblica Assistenza Gestione Servizi. Trovare l’accordo è stato quindi molto facile. Pubblica Assistenza S.R. di Pisa attraverso la propria società di servizi Pages – spiega il direttore Marco Lo Cicero – era interessata a proporre ai propri clienti, anche potenziali, un complesso di servizi informativi aggiuntivi: l’orientamento previdenziale, assicurativo ed assistenziale, le analisi delle posizioni contributive, pratiche pensionistiche, richieste di reversibilità, invalidità civile, rendite da infortuni e malattie professionali, assistenza sanitaria e maternità. Anche servizi finalizzati alla gestione degli adempimenti successori, tra i quali la presentazione delle dichiarazioni di successione all’Agenzia delle Entrate e delle volture terreni/fabbricati all’Agenzia del Territorio. Per queste pratiche ci siamo quindi rivolti a Confesercenti – dice ancora il direttore della Pubblica Assistenza Gestione Servizi – che metterà a disposizione propri consulenti che con cadenza stabilita nostra sede di via Bargagna”. La conclusione di Simone Romoli. “Con questa convenzione puntiamo ancora di più ad un radicamento sul territorio anche oltre le nostre competenze specifiche di tutela degli imprenditori di commercio, turismo e servizi. Un modo per dimostrare come una associazione di categoria moderna deve essere in grado di modulare le proprie capacità e professionalità alle mutate esigenze del mercato. Sempre puntando alla qualità dei servizi”.

By