Serie BKT. Cittadella-Pisa 1-1. Buon punto in Veneto. L’ex Iori risponde a Pinato

CITTADELLA (PD) – Al “Piercesare Tombolato” finisce 1-1 fra Cittadella e Pisa. Vantaggio di Pinato a fine primo tempo e pari dell’ex Iori. Pari giusto e positivo se si considera che il Citta è la squadra più in forma del momento

di Antonio Tognoli

LE FORMAZIONI. Mister Luca D’Angelo deve fare a meno dello squalificato Marconi ma ritrova dopo tre turni Samuele Birindelli subito buttato nella mischia. Il tecnico nerazzurro schiera un 4-3-1-2. Davanti a Gori ci sono Aya e Benedetti con Birindelli a destra e Liotti a sinistra. A centrocampo spazio a Siega l’ex di turno, De Vitis e Pinato. Minesso gioca alla spalle di Masucci e Moscardelli. Il Cittadella la quadra del momento che si schiera con il medesimo schieramento dei nerazzurri. Spazio a Paleari fra i palo. Davanti a lui Perticone e Adorni con Ghiringhelli e l’ex Benedetti sulle corsie esterne. A centrocampo spazio a Vita, Iori e Branca con D’Urso alle spalle di Diaw e De Marchi.

PRIMO TEMPO. Cittadella in campo con la classica maglia granata, il Pisa si schiera invece con la maglia verde. I padroni di casa partono meglio conquistano due corner e sono pericolosi con un colpo di testa di De Marchi su traversone dalla sinistra del vivacissimo ex Amedeo Benedetti. Gori si supera deviando in angolo. Poco dopo il trio Minesso, Masucci Moscardelli non si intende e non chiude un contropiede che poteva potenzialmente essere pericoloso. Il Cittadella ci prova ancora questa volta dalla distanza con il destro dai venti metri di Iori. Palla alta sopra la traversa. Il Pisa soffre l’impeto dei locali che ripartono con fraseggi veloci sfiorando il gol ancora al minuto 12 dopo un traversone ancora smanacciato da Gori che De Marchi in acrobazia non riesce a ribadire in gol. Il Pisa rifiata dopo un inizio arrembante del Cittadella. La prima vera palla gol arriva al minuto 27 da un traversone da sinistra di Pinato per la testa di Siega, palla fuori di un soffio alla sinistra di Paleari. Buon momento per il Pisa con Masucci che cerca in verticale Moscardelli, palla troppo lunga e preda di Paleari. Al minuto 33 un tentativo anche dalla distanza per la squadra di mister D’Angelo con Masucci che con un destro di contro-balzo impegna Paleari. Al 34′ è ancora Pisa con Pinato che in situazione di ripartenza ci prova con il 21 nerazzurro che però apre troppo il sinistro che termina sul fondo. Al minuto 38 è il portiere Paleari a salvare la sua squadra dopo un gran destro di De Vitis che avrebbe terminato la sua corsa al “sette”. Il miglior momento per il Pisa che non demorde. Liotti in versione assist man al minuto 40, ma ancora Siega sotto porta alza in spaccata sopra la traversa. Peccato. Il Pisa passa però al minuto 44 Liotti apre a destra per Birindelli cross in mezzo che favorisce il colpo di testa in tuffo di Pinato che non lascia scampo a Paleari. Pisa in vantaggio che fa esplodere il settore ospiti del Tombolato. Si va al riposo sul risultato di 1-0 senza recupero.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio alla ripresa delle ostilità dei secondi 45 minuti di gara. Primo brivido sulla schiena dei tifosi nerazzurri al 3′ con Birindelli che perde palla al limite della propria area ma viene caricato da Diaw. Pericolo scampato. Ma il “Citta” attacca alla ricerca del pari. Inizia a piovere con grande intensità. Si fatica anche mantenere l’equilibrio. I locali conquistano ben quattro angoli. Il Pisa è schiacciato nella sua area a difesa del vantaggio e con una bufera in corso. Primo pericolo portato dal Pisa al minuto 18 lo porta nell’area del Cittadella Aya che con una gran torsione colpisce la palla di testa che termina sul palo esterno ed esce sul fondo. Poco prima mister Venturato aveva effettuato il primo cambio inserendo Rosafio ex Viareggio in luogo di De Marchi inizialmente preferito a Luppi che fa il suo ingresso in campo poco più tardi al posto di Branca. Nel Pisa entra Verna ed esce l’autore del gol Pinato e poco dopo fuori anche Birindelli e dentro Ingrosso. Al minuto 74 fallo di mano in area nerazzurra di Masucci. Il Sig. Amabile decide per il rigore per il Cittadella. Sul dischetto va Iori che spiazza Paleari e sigla il gol dell’1-1. Tutto da rifare per il Pisa che conquista un corner e cerca di spostare il suo baricentro in avanti. Doppio cambio nelle due squadre. Dentro Asencio per Moscardelli nel Pisa e Proia rileva D’Urso nel Cittadella.

I padroni di casa ci provano con una punizione dai 20 metri calciata da Vita, palla sul fondo con Gori però che ci era parso sulla traiettoria. La pioggia non cessa di cadere sul Tombolato, Minesso finisce sulla lista dei cattivi. Sono ultimi minuti di sofferenza per la squadra di mister D’Angelo anche per le condizioni metereologiche. Sono quattro i minuti di recupero. Non succede più nulla però. Finisce 1-1.

CITTADELLA – PISA 1-1

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Perticone, Benedetti; Vita, Iori, Branca (70′ Luppi), D’Urso (80′ Proia); Diaw, De Marchi (63′ Rosafio). A disp. Maniero, Mora, Camigliano, Bussaglia, Panico, Frare, Ventola, Pavan, Celar.  All. Roberto Venturato

PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli (72′ Ingrosso), Benedetti, Aya, Liotti; Siega, De Vitis, Pinato (70′ Verna) Minesso; Masucci, Moscardelli (80′ Asencio). A disp. D’Egidio, Perilli, Belli, Di Quinzio, Marin, Sibilio, Lisi, Gucher, Fabbro. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Daniel Amabile della sezione (Ass. Sechi – Annaloro). Quarto uomo Ayroldi di Molfetta

RETI: 44′ Pinato (P), 75′ Iori (C, rig.)

NOTE: giornata di pioggia, terreno pesante. Ammonito Aya, Vita, Minesso, Masucci, Iori. Angoli 13-2. Rec pt 0′, st 4′. Spettatori 4.567 per un incasso di 24.112,08 euro. Oltre 600 I tifosi nerazzurri al seguito della squadra di mister D’Angelo

By