Ciclismo, tutto pronto per la Gran Fondo Città di Pisa. Oltre 1.600 iscritto. I percorsi e i provvedimenti al traffico veicolare

PISA – Già 1.600 ciclisti ai nastri di partenza, due terzi dei quali provenienti da tutta la Toscana e un terzo da fuori regione con le rappresentanze più numerose costituite dagli appassionati delle due ruote di Emilia Romagna e Trentino Alto Adige, ma anche con qualche significativa presenza dall’estero dato che sono iscritti ai nastri di partenza anche una quarantina di stranieri con squadre arrivate anche da Danimarca, Francia e Russia.

Sono già numeri importanti quella della prima Gran Fondo “Città di Pisa” che prenderà il via domenica mattina, con partenza da Piazza XX Settembre e arrivo in Piazza Vittorio Emanuele II, dopo aver percorso gran parte della provincia. Ma ancora provvisori dato sarà possibile iscriversi fino ad un’ora prima della partenza e la segreteria organizzativa (che si trova nei locali della Camera di Commercio di Pisa) sarà aperta sia il pomeriggio di venerdi (dalle 15 alle 19) che per tutta la giornata di sabato (dalle 9 alle 19) e anche la domenica mattina dalle 7 alle 8.

Il villaggio. La macchina organizzativa sta lavorando a pieno regime per sistemare gli ultimi dettagli: il villaggio sportivo sarà allestito in Piazza Vittorio, entrerà in funzione da venerdi sera (21 marzo) ed ospiterà anche l’area espositiva con una ventina di stand dedicati al mondo della bici, ma anche alla salute e al benessere e al turismo. E’ qui che si svolgeranno pure le principali iniziative collaterali come la cena del ciclista di sabato 22 – obbligatoria la prenotazione entro le 16 via mail (info@granfondocittàdipisa.com) oppure direttamente alla segreteria organizzativa – e che è allestito il punto di partenza e arrivo per il cosiddetto “Fitwalking”, le passeggiate guidate in bici o a piedi tra i lungarni e i vicoli del centro storico.

I percorsi. C’è quello lungo di 150,4 chilometri e il medio di 114,7. E poi il percorso ciclituristico con tragitto più morbido e breve di 85,4 chilometri. Hanno cercato di venire incontro a tutte le possibili esigenze e livelli di preparazione gli organizzatori della Asd Folgore Bike, la società ciclistica promotrice della Gran Fondo Città di Pisa. La tripla proposta, come detto, raccoglierà tutti i concorrenti in Piazza XX Settembre con le griglie disposte sul Lungarno Galileo Galilei. Dopo la passerella a velocità controllata fino a Via Matteucci, con la carovana che transiterà anche di fronte al Duomo e alla Torre Pendente, i due tracciati medio e kungo punteranno verso Calci e si inerpicheranno subito sul Monte Serra. La frazione di Castel di Nocco, fra Buti e Vicopisano, vedrà sfrecciare i ciclisti in discesa, i per poi proseguire in pianura attraversando Calcinaia e Pontedera per arrivare a Capannoli. Quindi Casciana Terme dove i “mediofondisti” svolteranno verso Collemontanino, mentre chi avrà scelto il percorso più lungo proseguirà alla volta di Chianni e, superata la salita del Ghiaccione, in direzione di Castellina Marittima, Pastina e Santa Luce. Si arriva, quindi, nella zona di Pian di Laura, dove i due tracciati si riuniscono per proseguire in direzione di Cenaia e Cascina e poi percorrere il Lungomonte Pisano attraverso Colignola facendo ingresso in città per puntare dritti al traguardo posizionato in Piazza Vittorio Esiste anche una variante Cicloturistica, che aggira il Monte Serra in fase iniziale e prosegue sempre lungo falsi piani collinari per 85,8 km complessivi, in parte ricalcando il tracciato mediofondo. I cicloturisti decolleranno da Pisa a partire dalle 8,00 di domenica 23 marzo fino alle 8,45 con start alla francese (senza chip), mentre mediofondisti e granfondisti si raccoglieranno nelle griglie attendendo il via alle 9,00 in punto da Piazza XX Settembre. Alla competizione prenderanno parte l’ex calciatore Giuseppe Dossena, campione del mondo nel 1982 e testimonial dell’iniziativa, e l’ex velocista di Fucecchio Andrea Tafi.

In città. I tre percorsi seguiranno tutti lo stesso tracciato. La partenza, come detto, è da Piazza XX Settembre. Quindi si proseguirà a velocità controllata fino a via Matteucci, (dove è previsto l’inizio vero e proprio della competizione) con un percorso che si snoderà attraverso Lungarno Gambacorti, Ponte Solferino, Lungarno Simonelli, via Bonanno, Piazza Manin, via Santa Maria, Lungarni Pacinotti, Mediceo e Buozzi e poi via Matteotti, Matteucci, Cisanello e Manghi. La carovana, dopo aver compiuto i percorsi previsti, quindi, rientrerà in città dalla stessa direzione (vie Manghi, Cisanello, Matteucci e Matteotti) e poi, una volta superato il Ponte della Vittoria proseguirà a dritto fino al traguardo che sarà posizionato all’altezza dell’incrocio fra le vie Croce e Turati.

I provvedimenti al traffico. Per consentire lo svolgimento della gara ciclistica sarà necessario chiudere Lungarno Galilei, quello in cui si posizioneranno le griglie di partenza, dalle 6.30 alle 9.30 di domenica mattina mentre via Croce e Piazza Vittorio saranno inaccessibili per i mezzi a motore dalle 8 alle 16 e i Lungarni Fibonacci e Buozzi (nel tratto compreso fra via del Borghetto e il Ponte della Vittoria), Piazza Toniolo e le vie Nenni e Martin Luthero dalle 11 alle 16. Inoltre dalle 11 alle 16 sarà percorribile solo a senso unico e in direzione di Cisanello tutto l’asse che va da via Sangallo fino a via Manghi, passando per il Ponte della Vittoria e le vie Matteotti, Matteucci e di Cisanello. A senso unico nella stessa direzione e in analoga fascia oraria anche le vie Bargagna (nel tratto fra le vie Manghi e Frascani) e Moruzzi (fra le vie di Pratale e Manghi).

Tornando, in centro, invece, dalle 8 alle 16 le vie Giordano Bruno e Sancasciani saranno a senso unico alternato mentre dalle 11 alle 16 ci sarà obbligo di svolta a destra per i veicoli in uscita da Lungarno Guadalongo, viale delle Piagge e dalle vie Agnello, San Michele Est, Maccatella, Svezia, Frascani (su via Bargagna) e Pungilupo (su via Frascani). Obbligo di girare a sinistra, invece, per i mezzi in uscita da Lungarno Buozzi (in direzione via del Borghetto), via San Michele Ovest (in direzione Piazza di Santa Croce in Fossabanda), via Cesalpino (verso via Rosellini), via Galluzzi (verso via Pungilupo), via Bargagna (verso via Novelli). Infine nella stessa fascia oraria previsti anche i divieti d’accesso a via Paradisa arrivando da via Frascani e a via Moruzzi arrivando da via Volpi; per chi percorre via Novelli c’è anche l’obbligo di proseguire a diritto agli incroci con le vie di Cisanello, Paradisa e Nenni. Tutte le altre strade (da cui transiterà la corsa, invece, saranno chiuse al traffico al momento del passaggio del passaggio della carovana.

I percorsi consigliati per raggiungere il centro cittadino fra le 11 e le 16. Chi arriva da Calci e vuol proseguire raggiungendo la parte sud della città può fare la via Vicarese e, quindi, proseguire in via Puccini entrando in città da via del Brennero, mentre chi arriva da Ghezzano potrà percorrere via di Pratale fino all’incrocio con via Contessa Matilde. I mezzi che arrivano da sud e vogliono raggiungere, comunque, il centro, invece, possono percorrere l’Emilia e poi arrivare in centro attraverso la via Fiorentina dopo aver attraversato Ospedaletto e Sant’Ermete oppure prendere la superstrada Fi-Pi-Li, uscire a Pisa Ovest sull’Aurelia e quindi arrivare in centro da Porta a Mare.

20140319-200908.jpg

By