Caso Ragusa, in arrivo dalla Procura il rinvio a giudizio per Antonio Logli

PISA – La procura della Repubblica di Pisa chiederà il rinvio a giudizio, con l’accusa di omicidio, per Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, l’imprenditrice pisana svanita nel nulla la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme.

”Ormai – ammette il procuratore Ugo Adinolfi – siamo convinti del nostro lavoro e chiederemo il passaggio processuale con l’obiettivo di mettere a frutto tutti gli indizi raccolti”. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno depositato un’ampia relazione conclusiva sui due anni d’indagine che stanno per concludersi e sui termini scadranno definitivamente il prossimo 17 aprile. Al lavoro ha contribuito anche il reparto crimini violenti del Ros guidato dal tenente colonnello Vincenzo Molinese. La relazione dei carabinieri è una ricostruzione fattuale che mette in evidenza gli indizi di colpevolezza raccolti a carico di Logli e dai quali emergerebbe ”un quadro convergente” di responsabilità per la scomparsa della moglie e che, allo stesso tempo, esclude che la donna possa essersi allontanata volontariamente. Sul contenuto della stessa vi è ancora riserbo da parte della procura che non vuole concedere vantaggi alla difesa in vista della preparazione dell’avviso di chiusura indagini e della successiva richiesta di rinvio a giudizio di Logli. ”Siamo convinti – precisa il procuratore Adinolfi – che il lavoro fatto non lasci spazio ad altre interpretazioni e riteniamo dunque di avere gli elementi per sostenere l’accusa al processo”. Le prossime settimane dunque serviranno soprattutto a mettere in ordine le migliaia di pagine che compongono il fascicolo d’indagine e la relazione dei carabinieri, anche grazie al prezioso del Ros, serve proprio a mettere in luce aspetti, talvolta dettagli, che potrebbero risultare decisivi: dalle testimonianze raccolte, alle scoperte fatte nel corso delle indagini, fino alla condotta tenuta dello stesso Logli, apparentemente fredda e quasi distaccata che però non gli ha impedito di commettere errori.

Fonte: ANSA

20140326-191934.jpg

You may also like

By