Calcioscommesse. Dalla Procura Federale chiesti sette punti di penalizzazione all’Avellino

PISA – La Procura federale della Figc ha presentato richieste presso il tribunale federale nazionale per 6 anni di squalifica per Armando Izzo e 7 punti di penalizzazione e 145 mila euro di ammenda per l’US Avellino.

Accogliendo la richiesta formulata dai difensori di parte e al fine di garantire il corretto esercizio del diritto di difesa, il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola ha rinviato all’udienza di venerdì 7 aprile (ore 14) la prosecuzione del dibattimento relativo ai presunti illeciti a carico di alcuni ex calciatori dell’Avellino e della società campana in relazione agli incontri Modena-Avellino (17/05/2014) e Avellino-Reggina (25/05/2014) validi per il Campionato di Serie B-Stagione sportiva 2013/2014.

Per gli altri soggetti coinvolti nell’inchiesta tra cui anche l’attuale centrocampista della Spal Mariano Arini ci sono Fabio Pisacane, Raffaele Castaldo e Raffaele Biancolino. Per loro sono stati chiesti 6 mesi di squalifica e 30 mila euro di ammenda “per aver violato il dovere di informare la procura federale” (omessa denuncia), mentre la richiesta della procura per il presidente irpino Walter Taccone è di 9 mesi di inibizione più 45 mila euro di ammenda.

By